>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

“Mandatemi foto della vagina”. Indagata l'assistente del “dio della fertilità"

L’uomo, come ci ha raccontato Veronica Ruggeri nel suo servizio, non era un ginecologo ma si diceva in grado di aiutare le donne a concepire. Si faceva mandare sul telefonino foto intime e dispensava consigli molto “hot”. Aiutato dalla sua assistente Esther, ora indagata

 

Dopo Le Iene, come spesso accade, è arrivata la Procura. Parliamo del caso di Elia, il "dio della fertilità", di cui vi abbiamo raccontato nel marzo scorso in un servizio di Veronica Ruggeri.

L’uomo diceva di voler far aumentare la fertilità delle donne e per questo si faceva mandare foto delle loro vagine, dando pure consigli sulle posizioni sessuali.

E ad aiutare questo “dio della fertilità” nella raccolta delle foto intime e a dare dei consigli pratici su come e quando fare sesso sarebbe stata Esther, l’assistente di Elia.

Subito dopo il nostro servizio è scattata l’inchiesta della procura di Foggia, che ha portato  Elia ad essere indagato per esercizio abusivo della professione medica. Indagata adesso insieme a lui, per concorso in questo reato,  anche la stessa Esther, a cui sarebbe stato notificato un avviso di garanzia nell’ambito di una perquisizione domiciliare. E in questa perquisizione, riporta la stampa locale, alla donna sarebbero stati sequestrati computer e telefoni cellulari.

 “Io posso aiutarti ad avere un figlio”, diceva Elia alle aspiranti mamme e poi entrava in campo Esther che inviava consigli attraverso messaggi vocali . Messaggi molto pratici, per aiutare le donne ad avere maggiori probabilità di concepimento. Come questo: “quando lui se ne sta per venire tiralo fuori e poi deve rimettere dentro solo la cappella. Se ne viene tutto in quel modo, poi la deve tirare fuori”.

Veronica Ruggeri era andata a sentire proprio la donna, assistente di Elia e lei ci aveva risposto: “mi sento talmente pulita che anche se mi mandate in onda io non ho problemi”.

E quando eravamo andati dallo stesso Elia a chiedergli conto di queste visite così poco ortodosse, lui aveva minimizzato: “io non ho nessun potere per la fertilità”. 

Una nostra fonte interna alla Corte costituzionale ci ha riferito che il presidente della Repubblica avrebbe telefonato al presidente della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi il 24 settembre sul suicidio assistito. Abbiamo cercato fin dalla mattina di avere la versione del Quirinale, che ha smentito solo nel tardo pomeriggio. E solo una volta uscito l’articolo. Mentre la nostra fonte conferma tutto  

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.