>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Eluana Englaro, 10 anni dopo: l'intervista al padre Beppino | VIDEO

Il 9 febbraio 2009 veniva finalmente lasciata morire a Udine Eluana Englaro, in stato vegetativo permanente da 17 anni. Grazie alla battaglia di papà Beppino, di cui vi riproponiamo una nostra intervista dell’aprile 2005

Dieci anni fa, il 9 febbraio 2009, veniva finalmente lasciata morire Eluana Englaro. Dopo una lunga battaglia politica e giudiziaria il padre Beppino Englaro riuscì a far sospendere l’alimentazione e l’idratazione forzata della figlia, che si trovava in uno stato vegetativo permanente, senza alcuna coscienza e contatto con il mondo, da 17 anni da quando nel 1992 un gravissimo incidente stradale le provocò, a 21 anni, danni cerebrali irreversibili.

Per ricordare Eluana e quanto la battaglia del padre abbia significato per la storia del nostro Paese verso l’introduzione del testamento biologico e contro l’"accanimento terapeutico", vi riproponiamo qui sotto un’intervista che abbiamo fatto a Beppino Englaro nell’aprile 2005 e che abbiamo rimandato in onda proprio nell'anno in cui Eluana è potuta morire. Le sue parole sono il regalo migliore per Eluana e per una lotta per i diritti umani che non è ancora finita.

Torniamo sul caso furbetti della raccolta dei rifiuti di Roma sollevato dall’inchiesta di Filippo Roma e Marco Occhipinti. Lo facciamo perché la sindaca Virginia Raggi continua a dare versioni diverse, sia sull’utilità della nostra segnalazione sia sulla commissione di controllo di Ama che avrebbe dovuto vigilare sugli operatori della raccolta. E crediamo che adesso la capitale meriti risposte definitive

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.