>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Fabrizio Corona e i soldi nel controsoffitto: condanna definitiva a 6 mesi | VIDEO

Vi avevamo mostrato in esclusiva le immagini della botola nella casa della sua ex collaboratrice Francesca Persi, all’interno della quale Fabrizio Corona aveva nascosto 1.7 milioni di euro. La Cassazione adesso conferma la condanna a sei mesi per illecito fiscale

Sei mesi di carcere per illecito fiscale. La Cassazione ha confermato per Fabrizio Corona la condanna inflitta nel 2018 per la vicenda dei soldi nascosti nel controsoffitto, di cui vi abbiamo parlato nel servizio che potete rivedere qui sopra.

Nella casa della sua ex collaboratrice Francesca Persi infatti erano stati occultati oltre 1.7 milioni di euro, a cui si aggiungevano altri 900 mila euro ritrovati in un paio di cassette di sicurezza in Austria.

In appello la condanna per Corona era stata dimezzata, passando da 1 anno a sei mesi. I giudici milanesi avevano applicato un'attenuante perché l'imputato aveva saldato il suo debito col fisco in udienza preliminare. Già in primo grado, inoltre, Corona era stato assolto dal più grave reato di intestazione fittizia di beni. Adesso la Cassazione conferma la condanna a 6 mesi di reclusione. Tre mesi di carcere sono stati inflitti alla collaboratrice Francesca Persi. 

Solo qualche giorno fa il tribunale di sorveglianza di Milano aveva annullato i 9 mesi che Corona aveva scontato in affidamento ai servizi sociali, stabilendo che l’ex agente dei vip, che si trova in prigione da marzo, dovrà scontarli di nuovo.  

Nel nostro servizio vi avevamo raccontato dei problemi di Fabrizio Corona con le case, a partire dal suo appartamento milanese che era stato confiscato dal tribunale di Milano e dalla casa della sua collaboratrice Francesca, all’interno della quale erano stati nascosti oltre 1,7 milioni di euro. E vi avevamo mostrato in esclusiva proprio quella botola nel controsoffitto, all’interno della quale Corona aveva occultato quei soldi.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.