>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Chiese l'arresto del marito della sua amante, condannato il pm Ferrigno

Otto mesi di carcere: arriva la condanna per abuso d'ufficio per il pm Vincenzo Ferrigno che, prima ha chiesto per due volte l'archiviazione per un un uomo, poi, dopo essere diventato l’amante di sua moglie, ne ha chiesto l’arresto

Finisce con 8 mesi di condanna la vicenda degna del miglior Boccaccio del pm che aveva richiesto l’arresto del marito della sua amante, che vi abbiamo raccontato per primi due anni fa con il servizio di Filippo Roma che vedete qui sopra.

Per questo, per abuso d'ufficio, è stato appena condannato infatti Vincenzo Ferrigno, ex pm di Firenze, ora a in servizio a Spoleto.

Il canovaccio immortale di tradimenti, matrimoni e processi questa volta è stato sviluppato davvero in maniera molto particolare, quasi incredibile, se a raccontarlo non ci fossero una sentenza e, prima, quel nostro servizio.

Tutto inizia nel 2015 con una separazione complicata, con denuncia della moglie contro il marito per maltrattamenti (“Non l’ho mai menata, non sono un tipo violento”, nega il marito parlando con Filippo Roma nel servizio del 12 febbraio 2017).

Il fascicolo viene assegnato al pm Vincenzo Ferrigno, che non giudica fondata l’accusa e chiede l’archiviazione. La moglie insiste con una nuova denuncia, Ferrigno replica con una nuova richiesta di archiviazione.

La richiesta questa volta però viene respinta dal gip, che chiede al pm Ferrigno di fare ulteriori accertamenti. E lui evidentemente i suoi accertamenti li fa: conosce la donna, che diventa la sua amante, e improvvisamente cambia idea.

Niente più archiviazione, il pm questa volta chiede addirittura l’arresto, ai domiciliari, del marito della sua amante. Che si chiede subito perché ha cambiato idea e assume un investigatore privato. Quello che scopre può ben spiegare l’improvvisa conversione di Ferrigno. 

Alcuni filmati mostrano l’ex moglie che entra la sera a casa del magistrato per uscire furtiva la mattina dopo. L’ex marito non ha più dubbi: convinto che fra i due sia nata una relazione, presenta l’esposto che porterà alla sentenza di oggi.

Filippo Roma, come potete vedere nel servizio qui sopra, parla con tutti e tre i protagonisti di questa storia.

Un lieto fine di questa storia comunque c’è un po' per tutti. Non solo per l’ex marito, con questa sentenza e il futuro risarcimento nei suoi confronti da stabilire in sede civile. C’è anche per il pm e la donna, che almeno sono rimasti assieme.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.