>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Milan-Inter: lo scherzo a Gagliardini tra bebè e cani da abbandonare | VIDEO

Durante una visita ecografica la dottoressa, nostra complice, dice al calciatore dell’Inter che il piccolo è già allergico al pelo dei suoi due cani d che deve liberarsene. È l’inizio di un vero e proprio dramma personale, culminato con un regalo molto “particolare”: una maglia del Milan

 

Lo avete visto farsi fotografare con una maglietta del Milan e la scritta “Gagliardini 5”: era un nostro scherzo prima del derby tra Milan e Inter. Uno scherzo che hanno messo in trappola il centrocampista nerazzurro Roberto su ben altro con la complicità della bella moglie Nicole Ciocca.  

In realtà era stato lo stesso Gagliardini ad “attirarsi” in qualche modo lo scherzo de Le Iene, quando commentando quello che avevamo fatto al suo collega jueventino Bernardeschi, aveva confidato alla moglie: “Io mi sarei troppo incazzato. Avrei capito che era uno scherzo. Ma come ha fatto a cascarci?”.

Il nostro Sebastian Gazzarrini ha deciso di farlo capitolare proprio su una delle sue grandi passioni, l’amore per i suoi due bassotti. Un amore incondizionato, che però si è dovuto scontrare con la necessità di tutelare la salute del bebè in arrivo.

Era stato proprio lui, esultando per il gol realizzato recentemente contro la Spal, a svelare la notizia della dolce attesa della moglie, mostrando sotto la casacca una scritta, rivolta al piccolo in arrivo: “Già ti amo”. E così Gagliardini e signora si sono recati presso uno studio medico per effettuare un’ecografia, ma la dottoressa era nostra complice: con Sebastian Gazzarrini lo abbiamo messo duramente alla prova.

L’amore importantissimo per il piccolo in arrivo infatti si è dovuto scontrare con l’altra immensa passione di Roberto: i suoi due bassotti. Durante la visita ecografica infatti il medico gli dà una tremenda notizia: “Non può più stare con questi cani, deve liberarsene”, spiegandogli che il bambino è allergico ai peli degli animali domestici, soffrendo di una intolleranza che si chiama “pelosi”.

Gagliardini una soluzione l’avrebbe pure e la confida alla compagna: “Chiamiamo qualcuno per la disinfestazione, facciamo pulire la casa. I cani non vanno via!”, ma la dottoressa è irremovibile: “Questa è la decisione nostra, non transigiamo!”.

Cominciamo minuti interminabili di silenzio e di angoscia, con il calciatore che propone alla moglie addirittura di affittare una stanza d’albergo per ospitare i cani. La dottoressa qualche minuto dopo rientra nella stanza, per annunciargli che hanno convocato un altro dottore ma quando si apre la porta entra il nostro Sebastian Gazzarrini.

Alla fine, quando gli abbiamo rivelato che era tutto uno scherzo, lui si è messo addirittura a piangere, finalmente liberato da questo dilemma angosciante.

È prima di salutarlo che gli regaliamo una maglietta del Milan, con la scritta Gagliardini e il numero 5. Un dono per il piccolo in arrivo, con il quale Roberto si fa un selfie. Prima però di dire che quella maglia non la terrà ma la regalerà a qualche milanista.

Magari per consolarlo perché intanto Gagliardini ha vinto il derby con i rossoneri per 3-2

 

Una nostra fonte interna alla Corte costituzionale ci ha riferito che il presidente della Repubblica avrebbe telefonato al presidente della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi il 24 settembre sul suicidio assistito. Abbiamo cercato fin dalla mattina di avere la versione del Quirinale, che ha smentito solo nel tardo pomeriggio. E solo una volta uscito l’articolo. Mentre la nostra fonte conferma tutto  

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.