>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Giornata dei ranger: così salvano i rinoceronti dall'estinzione | VIDEO

Se moltissimi animali in via d’estinzione sono ancora vivi lo dobbiamo a loro, che rischiano la vita ogni giorno contrastando i bracconieri. Con Luigi Pelazza siamo andati in Namibia per raccontarvi come i ranger salvano i rinoceronti, cacciati in maniera spietata per il loro corno

Se per esempio i rinoceronti non si sono ancora estinti, nonostante la caccia spietata per i loro corni come vedete sopra, o i gorilla di montagna sono raddoppiato negli ultimi 30 anni, noi tutti lo dobbiamo al grandioso lavoro quotidiano dei ranger nelle riserve naturali parchi o direttamente nei loro habitat.

E sono tantissimi gli altri animali e le altre specie che devono loro la sopravvivenza. Per questo, in occasione della Giornata mondiale dei ranger che si celebra oggi 31 luglio, dedichiamo loro un piccolo tributo. Per un lavoro che è anche pericoloso. Non si tratta solo di conservazione di natura e habitat, c’è soprattutto la lotta al bracconaggio e sono centinaia i ranger che vengono uccisi in questa battaglia sul lavoro.

Noi de Le Iene eravamo stati con Luigi Pelazza in Namibia, nel servizio che vedete qui sopra, per raccontarvi il lavoro che fanno tutti i giorni nel fronteggiare proprio i bracconieri che cacciano i rinoceronti, per questo a forte rischio di estinzione. Animali di tre tonnellate sono una delle loro prede preferite per il loro corno, fatto di cheratina, considerata nella medicina cinese un materiale con proprietà miracolose. I rinoceronti vengono addormentati con pesanti sonniferi e depredati del loro corno, che viene venduto sul mercato nero e può valere fino a 100 mila euro.  

L’animale, il cui corno viene tagliato dai bracconieri con una motosega, si risveglia incapace di stare sulle proprie zampe e se non viene immediatamente soccorso muore dissanguato o per le infezioni.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.