>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Rimborsopoli e Giulia Sarti: a Le Iene parla l'ex fidanzato Bogdan | VIDEO

Filippo Roma ha incontrato l'ex fidanzato e collaboratore di Giulia Sarti, che invece di restituire una quota del suo stipendio da parlamentare ai Cinque Stelle l’avrebbe spesa per oltre 23mila euro. E spunta anche l'ipotesi di averne utilizzati una parte per realizzare presunti filmini hard

"Tesò, mi hanno chiesto di denunciarti per salvarmi la faccia". Chi scrive questo messaggio è Giulia Sarti dei Cinque Stelle, e il destinatario è l’ex fidanzato e collaboratore Bogdan, che parla per la prima volta con Filippo Roma dello scandalo Rimborsopoli che ha coinvolto la parlamentare M5S. 

Giulia Sarti, dopo essere stata “beccata” nello scandalo dei bonifici di restituzione prima mandati al Movimento e poi cancellati (e aver restituito ai Cinque stelle 23.500 euro) era stata “perdonata” da Di Maio. 

Ora l’esponente M5S è finita nuovamente nell’occhio del ciclone, dopo che la Procura ha archiviato l’accusa per appropriazione indebita nei confronti di Andrea Tibusche Bogdan, il suo ex fidanzato e collaboratore denunciato dalla Sarti. Sì, perché Giulia Sarti, una volta scoperta la questione dei soldi non restituiti, aveva gettato tutta la colpa su Bogdan, accusandolo di aver fatto sparire quei soldi a sua insaputa.

Nuovamente nell’occhio del ciclone, dicevamo, perché dopo l’archiviazione delle accuse per Bogdan sono saltati fuori anche i messaggi in cui la Sarti avrebbe detto che a chiederle di denunciare l’ex fidanzato erano stati i due responsabili della comunicazione pentastellata, Rocco Casalino e Ilaria Loquenzi.

Filippo Roma decide allora di incontrare Rocco Casalino fuori dal Parlamento, proprio per chiedergli se a consigliare a Giulia Sarti di fare la furbetta fosse stato lui. Casalino chiama proprio Giulia Sarti, e quando Filippo Roma insiste per incontrarla lei scoppia a piangere... Meno di un’ora dopo, in aula, Giulia Sarti annuncia le sue dimissioni dalla commissione giustizia.

Le Iene non si sono arrese e hanno sentito proprio Bogdan, che non aveva mai parlato prima con nessuno. Lui sostiene di essere solo un mero esecutore delle volontà della sua ex fidanzata: “Io non gestivo un cavolo, io le davo una mano a fare i conti quando mi veniva chiesto.”. “Quindi tu per esempio non facevi bonifici a sua insaputa?”, gli chiede Filippo Roma. Lui replica secco: “No, cioè i bonifici se praticamente dovevo anche, che ne so, pagargli la tipa di casa, lei mi scriveva una email: guarda c’è da pagare questo paga questo, guarda questa bolletta,  paga quest’altro”. 

“La Sarti sostiene che non sapeva nulla di queste operazioni”, spiega Filippo Roma, “mentre se non ho capito male tu sostieni che invece lei sapeva eccome, o no”. “Eeeh hehehe, sarà bello sto processo”, replica l’ex collaboratore, “io non vedo l’ora di arrivare al processo”. 

In realtà un’idea su dove siano finiti quei soldi che la Sarti avrebbe dovuto restituire, Bogdan ce l’ha e l’avrebbe spiegata agli stessi inquirenti: “Ha anche prestato del denaro, 7.000 euro, a suo padre per l’acquisto di un’autovettura e la ristrutturazione della casa avvenuta nel 2017 e quindi questi soldi sono venuti a mancare dal suo conto e che ci hanno messo in difficoltà per la rendicontazione e sarà un caso ma proprio ‘per l’anno 2017 non risultavano essere state versate le somme relative ai mesi di maggio luglio agosto ed ottobre’”.

E tra i messaggi delle chat di Telegram spunta pure un’ipotesi tanto suggestiva quanto "pruriginosa": Bogdan sostiene con un amico che parte di questi soldi non restituiti da Giulia Sarti potrebbero essere stati spesi per le riprese di alcuni filmini hard a casa dei due. Filmini in possesso di Bogdan. Sono gli stessi "video controlli di dedo e luca" di cui lui vuole parlare con la Sarti prima che presenti la denuncia, di cui si parla nelle chat acquisite dalla Procura? Sono entrati a far parte di una trattativa che ha preceduto la denuncia di Giulia Sarti a Bogdan?

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.