>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Record, ma non per la legge: il salto con l'asta di Great Nnachi | VIDEO

Il salto con l’asta di Great Nnachi è record, ma non può esserlo ufficialmente perché la giovane atleta non ha la cittadinanza italiana. Nicolò De Devitiis è andato a conoscerla

Per tutti il suo salto di 3,70 metri con l’asta è un record. Ma non per la legge italiana, perché non ha la cittadinanza italiana. Il problema è proprio questo, quindi la Fidal (la Federazione Italiana di Atletica Leggera)non può riconoscerlo ufficialmente anche se Great Nnachi è nata a Torino, ha il passaporto e la carta d’identità italiani. Ed è la figlia di una coppia nigeriana arrivata in Italia 24 anni fa.

Nicolò De Devitiis è andata a conoscerla meglio direttamente a scuola. I suoi compagni ci raccontano di lei. “Questa legge che dice che Great non è italiana va tolta. Quelli che sono nati in Italia dovrebbero essere tutti italiani”, ci dicono. Così da scuola la riportiamo a casa, dove conosciamo sua mamma. Ci mostra tutte le sue medaglie e i trofei vinti in questi anni.   

“Prima facevo corsa, un giorno il mio allenatore mi ha fatto provare il salto con l’asta e mi è piaciuto”, racconta. “Quando sto per saltare chiudo gli occhi e mi batte forte il cuore. Mi sembra davvero di volare”.

“Non ci vogliono dare la cittadinanza italiana per via del lavoro”, dice la mamma di Great. Il papà l’aveva richiesta, ma è morto a causa dei fumi respirati nella fabbrica in cui lavorava e non è mai riuscito ad averla.

Accompagniamo Great agli allenamenti. “Io mi sento italiana perché sono vissuta qui in Italia”, dice. “Ci sono rimasta male che il mio record non venga riconosciuto. Non è giusto che me l’abbiano tolto, ma me l’aspettavo”.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.