>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Hiv, lo nasconde e contagia l'amante: arrestato. Allarme social | VIDEO

L’uomo avrebbe avuto numerosi rapporti sessuali con donne ignare della sua condizione, contagiando una di queste con l'Hiv. Aveva smesso di prendere i farmaci, si temono altri contagi in relazioni nate via chat. Noi vi abbiamo raccontato la storia di Romina, una delle vittime dell’“untore” Claudio Pinti

Avrebbe avuto relazioni sessuali con varie donne nascondendo la sua sieropositività e contagiando almeno una di loro: per questo un uomo di 39 anni di origini brasiliane è stato arrestato dai carabinieri di Rimini. Si trova adesso agli arresti domiciliari e deve rispondere dell’accusa di lesioni gravi.

I carabinieri avrebbero scoperto che il 39enne, positivo all'Hiv da alcuni anni, dal 2017 aveva sospeso volontariamente la terapia farmacologica, l'aveva ripresa poi solo sporadicamente nel 2018, per poi interromperla definitivamente aumentando così il rischio di contagio in caso di rapporti sessuali non protetti.

A far scattare le indagini è stata una segnalazione della convivente dell’uomo: gli accertamenti dei carabinieri hanno permesso di risalire ad altre tre donne che, ignare dello stato di salute dell'uomo, hanno confermato di aver avuto rapporti sessuali non protetti con il 39enne. Per una di queste i test medici hanno confermato il contagio.

Gli inquirenti stanno analizzando pc e cellulare dell'uomo per il sospetto di altre relazioni, rapporti non protetti e possibili contagi dopo relazioni nate via chat.

Noi de Le Iene vi abbiamo raccontato con Roberta Rei la terribile storia di Romina Scaloni, una delle vittime dell’“untore” Claudio Pinti, che potete vedere anche nel servizio che vi riproponiamo qui sopra. È stata infatti contagiata con l’Hiv dall’ex fidanzato, che non l’ha avvertita della sua condizione. L’uomo, accusato di aver contagiato molte donne, è stato condannato in primo grado a 16 anni e 8 mesi di carcere.

“Mi sento violentata. Sono ancora giovane, ma mi sento marchiata: chi vorrà mai costruire una vita con me?”, ci ha detto in lacrime. E poi il racconto delle menzogne: “Sarai sempre al sicuro con me”, “Voglio invecchiare felicemente al tuo fianco”, sono alcuni dei messaggi che le scriveva Claudio. Si diceva pure convinto delle teorie allucinanti dei negazionisti dell'Aids e non credeva all’esistenza dell’Hiv. Ma a Romina diceva di essersi comunque protetto con le 200 partner di cui si vantava.

La compagna del fratello di Claudio le ha però rivelato la verità e Romina, dopo aver scoperto di essere stata contagiata, l’ha denunciato portando al suo arresto. Dopo la condanna, ha chiesto di poterlo incontrare: “Non lo perdonerò mai per quello che ha fatto”, ha raccontato, “andrò lì per sfogare la rabbia che ho trattenuto dentro di me fino a ora. So che è una cosa che potrebbe anche farmi male ma lo sento da dentro che lo devo fare”. All’incontro, però, si è opposto l’istituto penitenziario in cui l’uomo è recluso.

Roberta Rei ci ha raccontato anche l'incubo di Giuseppe, che ci ha contattato dopo il primo servizio su Romina. Anche lui ha avuto rapporti non protetti con Claudio Pinti: per fortuna però nel suo caso non c’è stato il contagio.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.