>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Mike Bongiorno: “Il mio erede? Gerry Scotti”. L'intervista doppia de Le Iene | VIDEO

Per il decimo anniversario della morte di Mike Bongiorno vi riproponiamo l’intervista doppia con Gerry Scotti e un’esilarante gag con Mr Brown

“Farò questo lavoro finché mi divertirò. Il mio erede? Sarà Gerry Scotti”. Nel 2001 lo diceva Mike Bongiorno a Le Iene. L’8 settembre sono dieci anni dalla sua morte, lo vogliamo ricordare con la nostra intervista doppia che vi riproponiamo qui sopra. Mike ha giocato con noi anche nelle improbabili lezioni di inglese di Mr Brown che lo aveva raggiunto direttamente nello studio de “La ruota della fortuna”, come potete vedere in fondo all’articolo.  

Allegria” è la sua espressione più famosa che è arrivata nelle case di milioni di spettatori. “Cara signora lei mi è caduta proprio sull’uccello”, quella entrata in tutti gli aneddoti. L’aveva, o l’avrebbe, detta alla campionessa di Rischiatutto, Giuliana Longari, che però oggi smentisce sia stata pronunciata: “È stata la prima fake news della storia della televisione italiana”.

Noi de Le Iene abbiamo intervistato Mike assieme a Gerry Scotti. Bongiorno parla del suo primo programma: “Arrivi e partenze”, del 1953. Per lui Rischiatutto” è stato il miglior programma della televisione. Fa anche una menzione speciale a “Passaparola” di Gerry Scotti e a proposito di cantanti e attori non ha dubbi. I migliori per lui sono stati rispettivamente Pavarotti e De Niro. Il miglior imprenditore? “È una domanda inutile: Silvio Berlusconi”. Calciatori? “Del Piero” della sua adorata Juventus.

Partono le domande più spinte. Tette e culo? Lui risponde “la testa”. Va bene, ma il seno… “Meglio naturale ma imperfetto che rifatto”. Mai stato con una prostituta? “No”. E con un uomo? “Macché scherziamo e nemmeno per sogno ci ho mai pensato”. Posizione preferita? “Non esiste, basta avere fantasia”. Riusciamo a farlo sbottare con allegria quando gli chiediamo la misura del pene: “Non voglio rispondere, c’è un limite a tutto”. Il Viagra? “Mai usato, non ne ho bisogno. Masculo sugno”.

Mike ha giocato con noi anche con le lezioni di inglese di Mr Brown. Lo ha fatto direttamente nel suo studio de “La ruota della fortuna”, con la sua solita geniale autoironia: guardate qui sotto.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.