>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Napoli, massaggi a luci rosse nello stesso palazzo dei Nas | VIDEO

Alessandro Di Sarno visita un centro massaggi a luci rosse a Napoli, ospitato nel palazzo in cui hanno sede anche i carabinieri dei Nas. E poco dopo aver detto loro di questo scomodo vicinato, di cui però sapevano già da tempo, parte un’ispezione

Può un centro massaggi a luci rosse essere ospitato nella stessa palazzina in cui ha la sede il comando dei Nas dei carabinieri? Assolutamente sì. Succede a Napoli e il nostro Alessandro Di Sarno è andato a controllare questa incredibile situazione.

Prima facciamo un salto al terzo piano, per uno dei numerosi massaggi a disposizione: “I nostri sono massaggio tantra, corpo su corpo e costa 60 euro, poi c’è il massaggio argentino che è uno scambio reciproco di massaggi, a 80 euro. E infine il ‘nuru massage’ che è in completa nudità e viene a costare 100 euro per un’ora”. Un massaggio quest’ultimo, spiega la receptionist, che è “finalizzato manuale”: vale a dire, senza troppi giri di parole, che è un massaggio con masturbazione finale.

Sembrerebbe insomma di trovarci di fronte a un luogo di prostituzione. E pensare che mentre il nostro Alessandro Di Sarno si toglie lo slip per quel massaggio “finalizzato manuale”, pochi piani sopra l’operato dei carabinieri dei Nas è in pieno svolgimento, magari anche per scovare i centri massaggi come quello, che innanzitutto potrebbero non rispettare le normative in materia di salute pubblica.

Le massaggiatrici, che dicono di essere lì da almeno quattro anni sono pienamente a conoscenza di quei vicini dei piani superiori. Ma loro, i carabinieri dei Nas, lo sapranno del centro massaggi a luci rosse?

La Iena Alessandro Di Sarno, provocatoriamente, finge di sbagliare porta e suona ai carabinieri, cercando però il centro massaggi. E lo fa tutto nudo, in ciabatte e avvolto solo da un accappatoio.

Non appena ci vengono ad aprire la porta, ci spiegano che quello che cerchiamo, il centro massaggi, è a un altro piano, dimostrando così di esserne a conoscenza.

“Al piano di sotto c’è il centro massaggi, fanno le pugnette”, prova a spiegare Di Sarno, ma i carabinieri del Nucleo anti sofisticazioni non la prendono proprio benissimo. “Vi arresto proprio”, dice uno di loro, che aggiunge: “Da che mondo venite? Se mi si presenta così, le farei subito il Tso, ma immediatamente” E infine ci regala un’altra chicca, che non sapevamo. “Le dico pure una cosa: se ci affacciamo, ci sono due parcheggiatori abusivi là avanti.  Qui c’è la sede della commissione tributaria provinciale e regionale: perché non andiamo a dire al Ministero che c’è anche questa cosa? “.

Alessandro Di Sarno torna a cercare i titolari del centro massaggi, e quando ci presentiamo la persona alla cassa, incredibilmente, dice “mi dà un documento?” E dopo un istante scopriamo che non lavora lì, ma è addirittura un maresciallo dei Nas, che sta facendo un’ispezione nel centro. Meglio tardi che mai…

dopo il nostro servizio

Il ministro degli Esteri ha sentito in videoconferenza l’ambasciatore italiano a Washington, Armando Varricchio, per fare il punto della situazione. Noi de Le Iene ci stiamo occupando da tempo del caso di Chico Forti. La prossima settimana torneremo a parlarne con un nuovo servizio del nostro Gaston Zama

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.