>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di Alessandra Carati |

Daniele Nardi: i soccorsi per salvarlo sul Mummery +++ore 12.00 si muove la Farnesina+++

Da domenica non si hanno notizie di Daniele Nardi e di Tom Ballard, impegnati a scalare il Nanga Parbat attraverso lo sperone Mummery. Questa mattina si era avviata la macchina dei soccorsi. Ma la situazione sta evolvendo di minuto in minuto

+++STIAMO SEGUENDO DA VICINO IL SALVATAGGIO DI DANIELE NARDI E TOM BALLARD, IMPEGNATI NELLA SCALATA AL NANGA PARBAT ATTRAVERSO LO SPERONE MUMMERY, E CON CUI ABBIAMO PERSO I CONTATTI DA DOMENICA. SEGUI QUI GLI AGGIORNAMENTI ORA PER ORA+++ 

 

+++ 12.00. Spazio aereo del Pakistan chiuso: si muove la Farnesina +++

Ancora nessuna comunicazione con Daniele Nardi e Tom Ballard. L’ambasciatore italiano in Pakistan, Stefano

Pontecorvo, è in stretto contatto con la Farnesina e l’ambasciata inglese (Tom Ballard, compagno di Nardi è

inglese). Stanno cercando di convincere il Pakistan a far decollare un elicottero militare, nonostante la chiusura

dello spazio aereo dovuto all’abbattimento di due aerei indiani sui cieli del Kashmir durante le prime ore della

mattina.

 

+++10,50 il Pakistan chiude lo spazio aereo. Soccorsi bloccati +++

 

C’è un intoppo, per problemi tra India e Pakistan, alle 10 ora italiana il Pakistan ha chiuso lo spazio aereo.

L’elicottero che potrebbe andare in soccorso di Daniele e Tom, con a brodo Ali Sadpara, è fermo a terra in attesa dell’autorizzazione al decollo. Il tempo passa, e in queste

situazioni niente potrebbe essere più prezioso e decisivo della tempestività. Non ci sono informazioni su quando il Pakistan potrebbe riaprire lo spazio aereo e permettere

così di cominciare le operazioni di ricerca e soccorso. Restiamo in attesa di aggiornamenti.

 

 

+++ore 9.30  partono i soccorsi con l'elicottero+++

 

Daniele Nardi e Nanga Parbat: partono i soccorsi. Nonostante il bel tempo, stamattina dal campo base non sono riusciti ad avvistare Daniele e Tom. Da Skardu, una città nei pressi del Nanga Parbat, è pronto a decollare un elicottero con a bordo Ali Sadpara, un alpinista pakistano molto esperto, il primo pakistano a salire in cima proprio al Nanga.

L’obiettivo è arrivare al campo base e partire da lì con le ricerche. Il tempo è buono quindi i piloti hanno dato la disponibilità a fare una ricognizione fino a campo tre, che si trova a 5.700 metri.

Avevamo parlato l’ultima volta con Daniele domenica scorsa e ci  aveva detto di aver superato quota 6.200 metri e di star partendo per l'ascesa più difficile. 

Un'impresa di cui ci aveva raccontato orgoglioso, nella prima intervista che gli avevamo fatto, e che potete guardare qui sotto.

 

Ma da domenica, come vi abbiamo detto, non abbiamo avuto più sue notizie.

E proprio ieri in trasmissione, come potete vedere qui sotto, vi avevamo aggiornato sulla situazione di Daniele

 

Daniele, come sapete dal lungo diario di viaggio con cui lui stesso ha raccontato in queste settimane la sua impresa, sta cercando di raggiungere un obiettivo di grande valore e di altrettanto rischio: scalare il Nanga Parbat, una delle montagne più alte del Pakistan, passando dal Mummery, uno sperone di roccia e ghiaccio alto mille metri. Una strada che sinora mai nessuno ha aperto, e chi ci ha provato ha trovato la morte. Guarda qui una fotogallery di immagini dal Nanga Parbat

Verso la cima

 
1 di 5

Verso la cima

 
1 di 5

Questa mattina, come vi dicevamo, sono partiti i soccorsi per andare a verificare la situazione e le condizioni di Daniele e di Tom, il suo compagno di scalata.

Appena avremo notizie, vi terremo aggiornati. E come sempre, forza ragazzi

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.