>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Non vedenti, allo stadio e in campo con il Milan | VIDEO

Com’è guardare una partita senza vederla? È possibile ed è anche molto emozionante. Il Milan ha creato un’iniziativa che permette ai tifosi non vedenti di seguire la partita tramite una radiocronaca speciale. Stefano Corti e Alesandro Onnis hanno vissuto l’esperienza in prima persona e alla fine sono riusciti a sfidare anche una squadra di milanisti, opportunamente bendati

Andiamo allo stadio a vedere il Milan, la prima squadra ad aprire un settore dello stadio ad hoc per i non vedenti, e insieme ai non vedenti ci mettiamo a seguire la partita. A rendere possibile questa bellissima iniziativa è Rodolfo Masto, presidente Istituto dei ciechi di Milano. Per i tifosi non vedenti è una vera gioia, con l’aiuto delle radiocronache. “Senza questa radiocronaca riuscivo a godere molto meno la partita, non ero partecipe”, dice una tifosa.

Gli speaker che commentano sostengono che “la radiocronaca per i non vedenti deve essere molto più attenta a quello che è contesto”. A questo punto, decidiamo di portare l’ex calciatore milanista e azzurro Daniele Massaro a vivere questa esperienza insieme a noi. E così ci godiamo in pieno la follia dello stadio.

Vivere la partita in questo modo amplifica tutto. Lo conferma anche Massaro: “Mi viene la pelle d’oca perché sono emozioni”. Emozioni per nulla scontate per i non vedenti che solo con l’aiuto di un paio di cuffie e la bravura della voce degli speaker provano sensazioni uniche.

Ma come sarebbe se facessimo vivere queste sensazioni uniche anche ai nostri giocatori rossoneri? Organizziamo una partita tra una squadra di milanisti e una di non vedenti. “A volte io non sento la palla, ma l’attaccante, allora vado sul attaccante”, dice uno di questi ultimi.  

Sfidiamo i giocatori del Milan a coprire gli occhi con una benda e facciamo partire il match. Passa poco tempo e siamo 1-0 per Milan. C’è da dire che per i milanisti sembra più un giocare a nascondino che a calcio, visto il caos, ma non mollano!

Acqua-gym, danza classica: tutto tranne mosse da calcio e si arriva in poco al 3-1 per i non vedenti. Il secondo tempo inizia subito con un bell’autogol, il 4-1 sarà il risultato finale!

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.