>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Sola con 7 figli, aiutiamo con un'offerta di lavoro mamma Maria Grazia? | VIDEO

Nina Palmieri ci racconta la storia di Maria Grazia e dei suoi 7 figli che da tre anni vivono senza il loro papà morto in un infortunio. Hanno bisogno di donazioni per pagare il mutuo e offerte di lavoro per andare avanti

Sono stati “adottati” dal comando della Polizia Municipale di Palermo per cui lavorava il loro papà Giuseppe. Morto davanti ai loro occhi in un infortunio nella casa in cui vivono. Oggi chiedono l’aiuto de Le Iene e di tutti voi per offerte di lavoro e aiuti concreti, come potete vedere nel servizio completo di Nina qui sopra.

Sono stato il primo a vederlo morto, questi tre anni sono stati difficili”.  Riccardo ha 10 anni e assieme ai suoi sei fratelli ha assistito a quella scena terribile che gli ha sconvolto la vita. “Stava aggiustando il tetto e scivolando una ringhiera gli ha tranciato la coscia tagliandogli una vena, è morto dissanguato”, raccontano i bambini. E’ la mattina del 25 agosto 2016, e in casa ci sono tutti. “In meno di 3 minuti gli è morto tra le braccia”, racconta la moglie Maria Grazia. Per Alexander, Roberto, Dalila, Gabriele, Riccardo, Greta e Ginevra il tempo e tutti i loro sogni si sono fermati a quella data.

Una tragedia trasformata in generosità dai colleghi di papà Giuseppe. Loro hanno adottato tutta la famiglia. “Ci hanno pagato i debiti senza che perdessimo la casa”. Oggi vivono con 900 euro al mese tra pensione e assegni familiari, ma hanno un mutuo di 800. “Una volta che ci tolgono la casa, il nucleo familiare si sperde. Chi è fortunato va con i parenti, altri potrebbero finire in casa famiglia o per strada”, dice Gabriele.

Ci sono 17 rate arretrate e 9 da pagare, a dicembre dello scorso anno l’incubo di essere cacciati dalle loro case è diventato realtà. Alcuni colleghi di Giuseppe hanno deciso di aiutarli concretamente. Il comandante ha calcolato che per pagare i debiti erano sufficienti 16 euro a testa. E poi c’erano le rate del mutuo per cui è stato aperto un conto dedicato in cui ogni vigile versa ogni mese la sua quota.

Dei sette figli, solo il più grande ha un lavoro come muratore ma ha già una bambina. Tutti gli altri sono ancora troppo piccoli, anche se alcuni stanno cercando. Anche mamma Maria Grazia, con un passato da parrucchiera, cerca un lavoro. Nina Palmieri la accompagna in un salone di bellezza per mettersi alla prova 30 anni dopo l’ultimo taglio.

Lei è disponibile a qualsiasi lavoro sette giorni su sette purché sia part-time (per occuparsi dei figli più piccoli), dall’aiuto in cucina alla commessa. Così chiediamo l’aiuto di tutti voi. Se siete di Palermo o di Misilmeri, il paesino in cui vive con i suoi figli, avete bisogno e volete dare una mano ad una persona per bene SCRIVETE A unlavoropermamma@gmail.com.

Oppure se siete dall’altra parte d’Italia e volete aiutarli a pagare il mutuo come hanno fatto gli agenti della Polizia Municipale, mandate quello che volete sul CONTO CORRENTE  IT77O 02008 32974 001525289688 specificando come beneficiario Quartana Sergio e causale: contributo famiglia Romano

anticipazione
Una fonte, che preferisce restare anonima racconta dove e come sarebbe stato ammazzato a 18 anni Willy Branchi nel 1988, in un omicidio rimasto finora irrisolto. Domenica, dalle 21.10 su Italia1, lo Speciale Iene di Antonino Monteleone e Riccardo Spagnoli mostrerà il suo racconto integrale, ricostruirà tutto il caso e aggiungerà altre nuove clamorose testimonianze ed elementi

L'ultima puntata

Appuntamenti in TV

Domenica 21.20, Italia 1

I SERVIZI DELL'ULTIMA PUNTATA

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.