>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

“Life 120”: dal ministero della Salute nuova “tegola” su Adriano Panzironi

La ministra della Salute impone che durante tutte le trasmissioni de “Il Cerca Salute” scorrano sottotitoli che spieghino che Panzironi non può prescrivere diete e che la “Life 120” non ha alcuna valenza scientifica

Nuova “tegola” per Adriano Panzironi e per la sua trasmissione “Il Cerca Salute”. Dopo le multe e le azioni restrittive dell’Antitrust, dell’Agcom, dell’Ordine dei giornalisti e del ministero dello Sviluppo economico, ora è la ministra della Salute Giulia Grillo a “interessarsi” del suo metodo “Life 120”, che stando al giornalista Adriano Panzironi permetterebbe di vivere fino a 120 anni e di guarire da molte malattie tra cui cancro, diabete, Alzheimer e depressione.

Il ministero della Salute ha disposto che tutte le emittenti che ritrasmettono il suo “Il Cerca Salute” debbano obbligatoriamente inserire un testo scorrevole in sottopancia, che dica esattamente questo: “Avviso del ministero della Salute: il Sig. Adriano Panzironi non possiede alcun titolo abilitante alla prescrizione o elaborazione di diete, il ministro della Salute invita a consultare sempre il proprio medico curante. Attenzione: secondo il parere del Consiglio superiore della sanità, emesso nella seduta del 9 ottobre 2018 il metodo “Life 120″ si basa su argomentazioni non supportate da evidenze scientifiche e incorre in imprecisioni ed errori gravi”.

Una vera mazzata insomma per Panzironi, perché questa nota del ministero potrebbe consentire agli ascoltatori di “aprire gli occhi” sulla natura pubblicitaria e non medica delle sue prescrizioni.

Solo poche settimane fa l’Agcom aveva multato la società di Adriano Panzironi per oltre 264mila euro.

“Life 120 Channel ha trasmesso informazioni pubblicitarie potenzialmente lesive della salute degli utenti”, aveva spiegato il provvedimento dell’Autorità, “tali da diminuire il senso di vigilanza e di responsabilità verso i pericoli connessi al corretto uso dei farmaci, in particolare sotto il profilo della mancata assunzione degli stessi, o del tipo di alimentazione da seguire e quindi tali da risultare pregiudizievoli per la salute dei consumatori/utenti”.

E aveva proseguito:  “Il telespettatore meno avveduto che versa in uno stato di particolare vulnerabilità laddove affetto da più o meno gravi patologie non riesce a porre in essere un adeguato senso critico che lo porti a riconoscere la natura pubblicitaria delle trasmissioni che gli sono somministrate”.

Un intervento sollecitato dalla stessa ministra Grillo, che come vi avevamo raccontato per primi, aveva chiesto di intervenire sugli spot e sui programmi che vedevano Panzironi come protagonista.

“Sono davvero stufa”, aveva spiega la ministra Grillo in un post sulla sua pagina Facebook, “di vedere in televisione ogni giorno questo personaggio, che senza alcun titolo scientifico, né tanto meno professionale abilitante, continua a pubblicizzare regimi alimentari ‘miracolosi’ e a vendere integratori dietetici in grado di farci vivere ‘120 anni’!”

Vi avevamo fatto conoscere Panzironi e il suo metodo “Life 120” nel dicembre 2017, con il primo di una lunga serie di servizi di Andrea Agresti (che potte rivedere qui in alto).

Vi abbiamo raccontato del suo grande business, ideato da Panzironi, che pubblicizzava attraverso una fittissima rete di emittenti tv locali un suo programma alimentare basato su una particolare dieta e su integratori. 

E dopo che abbiamo dato a Panzironi la possibilità di replicare in un’intervista, era intervenuto anche Lorenzo Piemonti, direttore dell'Istituto di ricerca sul diabete, che rispetto alle capacità anti diabete della dieta Panzironi aveva tagliato secco: "E' una cazzata”.

E ad ottobre 2018 è arrivata poi una nuova stangata per il “divulgatore scientifico”: l’Antitrust ha multato Panzironi per un totale di mezzo milione di euro. 

 

Guarda qui sotto tutti i servizi principali che abbiamo dedicato al caso.

 

Panzironi, tutti i nostri servizi

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.