>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Pedofilia, incontra il papà che ha abusato di lei per anni | VIDEO

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

Da quando aveva solo 13 anni Francesca viene abusata dal padre per tre lunghi anni. Nina Palmieri l’ha accompagnata a incontrare quell’uomo, che le ha portato via l’infanzia

“Papà, io avevo 13 anni e tu mi scopavi”. “Io non ci voglio pensare”. Lei si chiama Francesca e per la prima volta ha affrontato il mostro che era suo padre. Un papà sempre presente per la piccola e i suoi due fratelli, racconta Francesca. Una bimba molto affezionata al padre, anche perché la madre, spogliarellista, era spesso assente.

Quando a 13 anni il suo fidanzatino la lascia, Francesca chiede al papà un consiglio. “Lui mi ha detto: ‘ti posso aiutare però ti devi sacrificare’". Io sapevo che lui faceva delle cose strane, delle magie, tipo fatture per far tornare insieme delle persone”. Il papà suggerisce alla figlia un inquietante rituale: dare fuoco alla foto del fidanzatino e non solo. “Mi diceva: ‘in quel momento mentre brucia la foto noi facciamo sesso, stai a letto con me e devi pensare che stai con lui”.

Il papà inizia ad abusare della figlia. “Non mi ricordo come siamo finiti a letto insieme quando ho avuto la penetrazione. Mi ricordo che non ha mai usato il profilattico”. Francesca ci racconta che il papà abusava di lei praticamente ogni sera. “Siamo andati avanti un mesetto, ma la fattura non funzionava”, racconta Francesca a Nina Palmieri.

La ragazza per fuggire alle violenze scappa di casa, ma quando torna il papà è stranamente comprensivo. “Mi voleva prendere piano piano”, spiega Francesca. E poco dopo ricominciano gli abusi. “Io dormivo tutte le sere con lui, dopo che finivamo di fare l’amore lo abbracciavo. Non l’ha mai fatto con la forza, con la violenza”. La mamma, racconta, non ha mai sospettato niente.

“Lui mi aveva preso come la sua donna di casa”. E quando Francesca provava a ribellarsi, il padre “diventava una bestia: dal nervoso una volta mi ha preso per la gola, lasciandomi i segni”.

Gli abusi sarebbero andati avanti per tre lunghissimi anni. E Francesca, racconta a Nina Palmieri che si sentiva amata da quell’uomo. “Abbiamo ricominciato, dico ‘abbiamo’ perché mi concedevo”. Ancora oggi sembra che Francesca non si renda conto che lei non si concedeva, che era solo una bambina e che quell’uomo stava abusando di lei.

A 18 anni Francesca riesce ad andare via di casa e sembra quasi dimenticarsi quella brutta storia. “Non ho mai ricordato il fatto che andassi a letto con lui, ma a 21 anni una notte mi alzo e ricordo”.

Un giorno Francesca scopre dalla sorella maggiore che quell’uomo non è il suo vero padre biologico. Per lei arriva così il momento di affrontare i suoi demoni e ci ha chiesto di accompagnarla a incontrare il padre che non vede da 8 anni.

“Io ho solo una domanda: perché mi hai scopata?”, chiede Francesca quando i due si vedono, ripresi dalle nostre telecamere nascoste. “È stato solo uno sbaglio quello che è successo. Tutti e due lo abbiamo fatto”, risponde l’uomo. “Io lo so che ho sbagliato. Voglio che dimentichi questa cosa. Io pensavo solo a mamma, non pensavo a mia figlia”. Non sembra rendersi conto della gravità di quello che ha fatto. 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.