>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Pedofilia, 12 anni all'allenatore di baseball del servizio de Le Iene | VIDEO

La condanna per tre anni consecutivi di violenze sessuali su nove bambini. Di questo caso terribile ci siamo occupati con Matteo Viviani

Dodici anni di carcere, più dei 10 chiesti dall’accusa: è la condanna stabilita dal tribunale di Chieti per l’allenatore di baseball di una squadra giovanile per violenza sessuale aggravata e continua, per tre anni a partire dal 2015, su nove bambini che hanno tra gli 8 e i 13 anni. Di questo caso terribile, come potete veder qui sopra da un estratto del video, ci eravamo occupati anche noi de Le Iene con un servizio di Matteo Viviani.

L’allenatore si è approfittato del suo ruolo e della fiducia dei suoi piccoli giocatori e dei loro genitori per abusi perpetrati in qualsiasi luogo da una persona ritenuta insospettabile: negli spogliatoi, in campo, al bar dell’impianto sportivo, nelle stanze d’albergo durante le trasferte, perfino a casa della madre di qualcuno. L’indagine è partita dopo segni sospetti trovati sul corpo di un bambino, portato in ospedale dalla madre.
 

Anche durante il dibattimento non sono mancati i momenti drammatici. “L’ho guardato solo quando sono andata via, durante la deposizione ho girato la sedia e guardavo solo i giudici”, ha detto in lacrime la mamma di una vittima. “Non è la prima volta che lo guardo negli occhi, ciò che prova una madre non si può descrivere”. Se almeno ammettesse il suo problema lo potrei perdonare col cuore”, raccontava un padre, “ma arriva qui con la cresta alta”.

L’allenatore si è sempre proclamato innocente, sostenendo che i bambini avessero "frainteso tante situazioni che poi, messe insieme, hanno creato un caso”.

Una nostra fonte interna alla Corte costituzionale ci ha riferito che il presidente della Repubblica avrebbe telefonato al presidente della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi il 24 settembre sul suicidio assistito. Abbiamo cercato fin dalla mattina di avere la versione del Quirinale, che ha smentito solo nel tardo pomeriggio. E solo una volta uscito l’articolo. Mentre la nostra fonte conferma tutto  

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.