>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Rider, mance, blacklist dei vip e una notte con Le Iene | VIDEO

Dopo la pubblicazione della blacklist dei vip con i nomi di 20 personaggi famosi che non lascerebbero la mancia ai rider, Corti e Onnis hanno voluto chiedere direttamente agli interessati com’è il lavoro di rider a domicilio

Calciatori, cantanti, presentatori e influencer. Sono in tutto 20 i nomi dei personaggi famosi pubblicati nella blacklist dei vip che ordinano regolarmente con le app di consegna a domicilio e che non darebbero la mancia.

Corti e Onnis sono andati alla sede di Deliverance Milano, il collettivo che ha pubblicato la lista, ma non ci hanno voluto parlare. Così, per capire come vivono e lavorano i rider che sfrecciano su bici e motorini per le strade di tantissime città italiane, abbiamo deciso di chiamarli direttamente a casa nostra!

Stiamo parlando di circa 150mila persone assunte come collaboratori con contratto occasionale: si lavora su richiesta. La paga è a consegna e può essere 5 euro lordi o 3 euro e 63 centesimi a chilometro in linea d’area. Un rider guadagna circa 8 euro l’ora, per una media di 64 euro al giorno.

Ma chiediamo direttamente agli interessati! Corti e Onnis hanno ordinato a domicilio: quando i rider entrano a casa loro trovano un’accoglienza molto bizzarra. Dalla coppia omosessuale che è rimasta incastrata in una posizione inequivocabile, ai due amici strafatti che vogliono cenare, fino alla partoriente che chiede aiuto!

Le Iene iniziano a conoscerli meglio. Paga all’ora? “5 euro per ogni consegna”, risponde uno. Mentre un altro rider viene pagato “per ogni chilometro 63 centesimi, poi ogni ordine 3 euro”. Quanto si guadagna in una giornata? “40 euro circa”. Ma a un altro rider va meglio: “100 euro in una notte”.

Parliamo di mance. Numero di clienti che la lasciano? “Alla settimana capita due o tre volte”, mentre in una settimana questo rider vedrà “migliaia di clienti”. Chi dà più spesso le mance? “Sono i poveri che danno le mance, i ricchi si tengono i soldi”, risponde uno di loro.

“Secondo me la mancia non deve essere obbligatoria”, dice un altro commentando la pubblicazione della blacklist dei vip. “Non è un problema, si chiama mancia…”, fa eco un altro. “Non è che le persone famose ti devono dare la mancia perché sono ricche, dipende dalla testa!”.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.