>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Dall'antiracket all'interdittiva antimafia: il suicidio di Rocco Greco | VIDEO

Ismaele La Vardera ricostruisce la storia dell’imprenditore di Gela che si è sparato il 27 febbraio scorso dopo che la sua azienda è stata bloccata da un’interdittiva antimafia

Rocco Greco è stato uno dei simboli della lotta al pizzo a Gela. Il 27 febbraio scorso l’imprenditore si è tolto la vita, sparandosi all’interno della sua azienda, dopo essere stato colpito da un’interdittiva antimafia dopo cui la ditta non riusciva più a lavorare.

Ismaele La Vardera ricostruisce la sua storia. L’interdittiva antimafia del ministero degli Interni, inasprita in questo caso dal prefetto di Caltanissetta Cosima di Stani, viene emessa quando una persona è sospettata di avere rapporti o fare affari con la criminalità organizzata e impedisce per esempio di partecipare ad appalti pubblici. Questo ha colpito duramente l’azienda di Rocco Greco.

Grazie alla sua lotta, in precedenza, 10 affiliati alla mafia sono finiti in carcere, con 134 anni di condanna complessiva. La Iena va a parlare del caso, di cui si è discusso molto in tutta Italia, con i familiari di Greco e con il prefetto che, dopo un primo rifiuto, ha parlato con noi.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.