>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Sara Tommasi: il porno è il passato. Ora futura mamma | VIDEO

Sara Tommasi annuncia di essere incinta lasciandosi così alle spalle il tunnel del bipolarismo. A Le Iene ha raccontato la voglia di ricominciare dopo il periodo dei film hard

Sara Tommasi è incinta. A dare la notizia è stata data dalla sua manager Debora Cattoni in occasione del suo 38esimo compleanno. Dopo questa bella notizia, la Tommasi si lascia alle spalle il brutto periodo che ha raccontato a Le Iene, fatto di video hard prima e della cura dal bipolarismo poi, nel servizio che potete vedere qui sopra. “Sono stata vittima di bullismo sessuale”, ha detto a Nina Palmieri.

Il sesso del nascituro è ancora top secret, mentre si conosce il papà, che è un imprenditore umbro. “Cerco una persona estremamente buona che non mi dia colpe del mio bipolarismo”, ci aveva detto la Tommasi scorso anno.  

Dopo anni di silenzio e momenti difficili, ha raccontato alla nostra Nina il periodo più buio della sua vita durato oltre 4 anni. “Ero incapace di intendere e di volere, per questo sono stata ricoverata in ospedale d’urgenza contro la mia volontà”. Le viene diagnosticato un bipolarismo. Una perizia psichiatrica afferma che la showgirl in quel periodo manifestava i sintomi della psicosi, del delirio e presentava allucinazioni visive e uditive. Dopo 5 mesi viene dimessa con cure dallo psicologo, vicina alla sua famiglia e lontana dai riflettori. “Ero incapace di fare qualunque cosa, potevo capirlo prima”.

Con un percorso riabilitativo riesce a lasciarsi alle spalle questo periodo. “Se non segui delle regole, la testa può perdere di nuovo il controllo”, dice. “Il medico mi diceva che dovevo curarmi. Pensavo di non venirne più fuori”.

Molti approfittano di questa sua fragilità psichica e lei diventa più famosa di prima, ma per gli eccessi che la vedono protagonista. “Posso fare delle copertine sexy, ma non quei film”, dice. Il suo passato però è lì a portata di mano su internet. “Mi correvano dietro facendomi proposte. Sono stata vittima di bullismo sessuale. Spero si possa ripulire il web dalle mie immagini, altrimenti la gente continuerà ad avere un’idea sbagliata di me”.

dopo il nostro servizio
Hatem Moustafa, il padre della ragazza italiana di origini egiziane morta dopo essere stata brutalmente picchiata in Inghilterra da un gruppo di giovanissime bulle come vi abbiamo raccontato con Pablo Trincia, commenta la condanna per due di loro a 8 e 12 mesi: “Una parente mi ha riso in faccia, sono in guerra da solo contro l’Inghilterra, per salvare la mia famiglia: perché l’Italia non mi aiuta?”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.