>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Lo scherzo a Bebe Vio e quel reality con striptease | VIDEO

Per Bebe Vio, la campionessa paralimpica mondiale di scherma, è arrivato il momento di affrontare una nuova sfida con Nicolò De Devitiis. Le proponiamo di partecipare con i colleghi atleti a un reality show a base di spogliarelli e lei non la prende esattamente bene…

Abbiamo messo a dura prova Bebe Vio: siamo ad Abano Terme dove viene presentato il progetto “fly2tokyo”, progetto che segue il percorso sportivo di 10 ragazzi dell’art4sport team in vista delle prossime Paralimpiadi.


Ci presentiamo alla conferenza stampa portando una “giornalista” molto provocatoria. Al termine, invitiamo Bebe e i suoi colleghi per un’intervista. “Ovunque va, fa strage, ci puoi raccontare come colpisci le ragazze?”, parte la giornalista con la prima domanda a uno degli atleti. Bebe è palesemente irritata, parecchio, dalla poca professionalità della giornalista (nostra complice) e finge un sorriso.

Entra in campo “Tony Toscano”, sedicente manager di Mediaset che propone a Bebe Vio di gestire la sua immagine. “Grazie mille, ma c’ho papà che mi fa da manager. Non mi fido di nessuno”, risponde Bebe che dice ai colleghi di evitare quel Tony: “Non fidatevi di queste persone di merda. Hai visto chi segue? Questa mezza mignotta qua…”. I ragazzi però sono incuriositi e cercano di tranquillizzarla.

Ci spostiamo ad Amsterdam dove Bebe e gli altri atleti si sfidano in pedana. Quando alla sera tornano in hotel per riposare, la campionessa riceve una chiamata dai colleghi Edoardo ed Emanuele che la chiamano per una cosa importante: il famoso Tony, il manager, hanno fatto firmare loro un contratto di 4 mesi per fare un reality show di nudisti. Bebe è allibita e chiede subito di vedere il contratto. I ragazzi naturalmente sono nostri complici e, mentre Edoardo dice di essersi pentito, Emanuele non ha dubbi: “Volevo fare qualcosa di nuovo”.

Edoardo ha una soluzione: “Andiamo da quello e gli facciamo strappare il contratto, abbiamo firmato mezz’ora fa”. Bebe non sa che fare: prima chiama suo padre e racconta in quale casino si sono cacciati: “Il programma si chiama Nudi alla Meta, gli rinchiudono per 4 mesi prima delle Olimpiadi e gli danno 50.000 euro, figa e fama”, spiega arrabbiatissima al padre. Suo padre, che è anche lui nostro complice, le consiglia di andare a parlare di persona con il manager.

Quando gli atleti si avvicinano alla stanza di Tony, lo trovano con due ragazze e droga sul tavolo. Appena entra, Bebe parte in quarta: “Potrei un attimo leggere il contratto dei ragazzi?”. C’è anche la spiegazione del reality: “È un programma tipo Grande Fratello dove chi passa si toglie un indumento, fino a che il vincitore rimane nudo”, dice il manager.

Il manager sembra interessato anche alla campionessa, ma lei attacca subito: “Io non faccio programmi televisivi, non ho bisogno di fama”. Mentre Bebe prova a salvare i colleghi, Emanuele le rema contro: “A questo punto partecipa, Eduardo”. Bebe lo fulmina: “Come cazzo hai fatto a firmare questa roba? Ti pensavo molto più intelligente…”.

Bebe Vio è delusa, arriva però Niccolò De Devitiis e strappa tutto dicendole soprattutto che è tutto uno scherzo: “Mamma mia, volevo veramente ucciderli! Però almeno ho fatto capire quanto ci tengo veramente a loro”, dice Bebe.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.