>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Scomparsa da casa a 13 anni per la Shaboo, la droga di “Breaking bad” | VIDEO

La ragazzina appena 13enne è stata ritrovata in un albergo di Milano, in questa città c’è la più grande base di spaccio di Shaboo. La stessa droga utilizzata in “Breaking bad”, ma la realtà è molto lontana dal film: sono soprattutto giovanissimi a consumarla, come testimoniato nel servizio di Veronica Ruggeri

Sono stati due spacciatori minorenni di Shaboo a far ritrovare le tracce di una ragazzina di 13 anni scomparsa da casa da alcuni giorni dalle forze dell'ordine. La ragazzina si trovava a Milano, in una delle principali basi di spaccio di questa potentissima droga che è la protagonista di “Breaking bad”, la serie televisiva in cui un professore di chimica si trasforma in un narcotrafficante di cristalli. La realtà purtroppo è ben diversa, come ci mostra nell’estratto qui sopra la nostra Veronica Ruggeri, che ha documentato l’arresto di uno spacciatore di Shaboo di appena 18 anni.

Sempre più giovanissimi sono alla ricerca di questa droga chiamata anche Crystal meth. Com'è successo alla minorenne di appena 13 anni che da qualche giorno era scomparsa da casa. Gli agenti l’hanno trovata in una stanza di albergo in via Piero della Francesca. Quello era il covo di due ragazzini di 14 e 16 anni sorpresi e arrestati con alcune decine di grammi di quella potentissima metanfetamina. In tasca avevano ben 600 euro in contanti. In base a quanto ricostruito, la ragazzina frequentava i due per avere in cambio qualche dosa di droga.

Anche la nostra Veronica Ruggeri ha assistito proprio nelle stesse zone di Milano alla cattura di un pusher giovanissimo come ci ha mostrato nel suo servizio sulla shabooBastano poche fumate per cascarci, perché è potente dieci volte in più rispetto alla cocaina. E’ in grado di creare un'immediata dipendenza, tanto che nel mondo oltre 26 milioni di persone la usano creando un business ormai milionario.

La Iena ha parlato con chi consuma questa droga. “Non mi sento stanco, non voglio dormire”, dice uno di loro. “Io per quattro giorni non ho dormito grazie alla shaboo”, gli fa eco un altro. Crea una forte dipendenza, tanto che se non la si usa, il corpo si annienta. “Mi gira la testa e ho sempre sonno”, spiegano. “Voglio solo fumare perché la shaboo è il mio primo pensiero”. Ma fa anche perdere chili, e infatti spesso chi la usa è magrissimo. “Ti fa diventare marci i denti”, dice chi la conosce bene. “E’ come la ruggine, piano piano si mangia anche la carne”. Tutti concordano su un fatto allarmante: “Se la usi troppo muori perché poco alla volta ti uccide”. Ed è una droga davvero costosa: un grammo viene venduto tra i 120 e i 180 euro, cocaina ed eroina costano invece meno della metà.

Oggi la base dello spaccio di shaboo a Milano è controllata dai cinesi che la rivendono solo ai filippini “perché se ti si presenta un italiano, può essere uno sbirro” ci raccontano. La parola d’ordine è “riso”: con questo pseudonimo la shaboo viene richiesta allo spacciatore. Così la nostra Veronica Ruggeri ha voluto verificarlo di persona. A noi i cinesi fanno muro, ma con un tramite tutto è più facile. Lui contatta lo spacciatore cinese da cui acquista a 100 euro la dose pronta per essere rivenduta all’italiano a 150.

La Iena ha anche assistito alla cattura di un pusher di shaboo, un ragazzo appena 18enne che chiama “gioco” la sua attività. Alla vista degli agenti inizia a tremare e conferma che compra quella droga da un cinese. A casa aveva oltre 150 grammi di droga per un potenziale guadagno di oltre 15mila euro.

Guarda qui sotto il servizio completo di Veronica Ruggeri sulla shaboo

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.