>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Shaboo, la droga dell'Est 10 volte più devastante della cocaina | VIDEO

Un altro spacciatore arrestato nelle ultime ore a Milano, secondo un copione che abbiamo già visto con Veronica Ruggeri. “Se la usi troppo muori”, dice un consumatore. “Piano piano si mangia anche la tua carne”

A Milano continua ad aumentare lo spaccio di shaboo, la pericolosissima metanfetamina dieci volte più devastante della cocaina arrivata dall’Oriente. Noi de Le Iene ci siamo occupati di quanto sia facile comprarla. Con Veronica Ruggeri abbiamo assistito anche alla cattura di uno spacciatore, come potete vedere nel servizio qui sopra.

La stessa scena si è ripetuta martedì sera: siamo in via Padova a Milano, i poliziotti in borghese si avvicinano a uno spacciatore di shaboo, un ragazzo di origini nigeriane. Il pusher cerca di liberarsi di un sacchetto ma è troppo tardi. Dentro, gli agenti trovano 50 grammi di questa droga, divisa in quattro involucri da circa 12 grammi l'uno. Il 23enne viene arrestato.

Bastano poche fumate per cadere nel tunnel della shaboo, come ci racconta Veronica Ruggeri, perché è dieci volte più potente della cocaina e crea un'immediata dipendenza. Nel mondo la usano oltre 26 milioni di persone con un business multimilionario per spacciatori e trafficanti.

La Iena parla con chi la consuma in Italia. “Non mi sento stanco, non voglio dormire”, dice uno di loro. “Io per quattro giorni non ho dormito grazie alla shaboo”, gli fa eco un altro. Spesso chi ne è dipendente diventa magrissimo. “È come la ruggine, piano piano si mangia anche la tua carne”. “Se la usi troppo muori perché poco alla volta ti uccide”.

La base dello spaccio di shaboo a Milano è controllata dai cinesi che la rivendono di solito ai filippini: “Se ti si presenta un italiano, può essere uno sbirro”. La parola d’ordine è “riso”, il nome con cui chiederla ai pusher. Veronica Ruggeri verifica di persona. I cinesi all’inizio fanno muro, ma con un tramite tutto è più facile. È lui che contatta lo spacciatore da cui compra la dose a 100 euro per rivenderla a 150 agli italiani.

La Iena ha assistito anche all'arresto di un pusher di shaboo, un ragazzo appena 18enne che chiama “gioco” la sua attività. Alla vista degli agenti inizia a tremare e dice che compra quella droga da un cinese. A casa gli trovano oltre 150 grammi di questa droga per un guadagno potenziale di oltre 15mila euro.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.