>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Catalogo delle donne single di Lecco: al via il processo

Foto e profili di oltre 1200 donne single lecchesi erano state messe on line in un catalogo venduto a 7 euro. Per l'autore di questa iniziativa completamente illegale, Antonio Nicola Marongelli, è ora partito un processo. L'uomo rischia fino a 6 anni di carcere

Cercate una donna single e della zona di Lecco? Sicuramente la troverete nel “catalogo” in vendita online ad appena 7 euro. O meglio, l’avreste trovato due anni fa, perché quel catalogo oggi non è più disponibile, in quanto totalmente illegale.

E a dimostrazione di questo il suo autore, il 51enne calabrese Antonio Nicola Marongelli, è da questa mattina sotto processo.

Vi avevamo raccontato questa storia assurda nel maggio del 2017, quando la Iena Michele Cordaro era andato a parlare sia con alcune delle donne finite sul catalogo che con l’autore di quelle pagine gialle web del rimorchio (il servizio potete vederlo per intero sopra).

Nel "catalogo di profili Facebook di donne single che vivono a Lecco", al centro di questo processo che dopo l’udienza di apertura è stato aggiornato al prossimo 10 maggio, nomi e foto di oltre 1200 donne della zona.

Ed erano state proprio una trentina di queste donne, finite inconsapevolmente nel catalogo, ad avviare le indagini che hanno portato al processo.

Marongelli, se dovesse arrivare la condanna, rischia fino a 6 anni di carcere per trattamento illecito di dati personali, diffamazione aggravata e sostituzione di persona.

Per la difesa i dati raccolti erano in “profili pubblici” e quindi per realizzare il catalogo “non sono stati violati dispositivi di sicurezza".

“Non è vero che tutto quello che mettiamo on line può essere diffuso per ogni finalità altrimenti ognuno di noi potrebbe trovarsi domani mattina su un cartellone pubblicitario”, aveva spiegato invece al nostro Michele Cordaro l’avvocato Marisa Marraffino, che nel processo difende otto donne che si sono costituite parte civile.

“Mi sono sentita svenduta al costo di un drink”, aveva raccontato una delle donne finite sul catalogo, che Michele Cordaro aveva intervistato. 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.