>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Dal taglio dei vitalizi a Rocco Siffredi: Cicciolina contro tutti | VIDEO

Cicciolina davvero contro tutti. Dopo il taglio dei vitalizi la porno star ha messo all’asta i suoi vestiti. Ma se la prende anche con Luigi Di Maio, Rocco Siffredi e pure Filippo Roma (che caccia da casa a metà intervista)

“Ho speso i miei risparmi, vendo tutto”. E per tutto intende proprio tutto. Mutandine, reggiseni e intimo. Oltre al primo vestito con cui è entrata in Parlamento nel 1987. La base d’asta è di 1 milione di euro. Cicciolina rivela di essere davvero in rosso. Il nostro Filippo Roma ha incontrato la ex pornostar che però appena sente nominare Rocco Siffredi caccia la Iena.

“Io ho preso 20mila voti e non sono entrata per grazia ricevuta in Parlamento come tanti al giorno d’oggi”, racconta Ilona Staller. Questo le ha permesso di usufruire del vitalizio fino al taglio voluto dal vicepremier Luigi Di Maio.

“Da 3.100 euro lordi sono passato a 800 al mese”, ci dice. “Quando ero al Parlamento italiano ho fatto delle proposte di legge su prostituzione, carcerati e sulle fatture delle case chiuse. Il 60% delle mie entrate le ho date al Partito Radicale”. E poi attacca il vicepremier del Movimento 5 Stelle: “Di Maio, quanto guadagna? Lo mettesse su Facebook”.

Continua il suo sfogo contro la politica. “Non ho fatto un reality show per colpa dei politici che gestiscono le televisioni. Io sono scomoda perché le persone che aprono bocca non sono comode”. 

La politica la innervosisce così cambiamo discorso. Le vorremmo chiedere della morte di PitoPito, il suo pitone che secondo gli animalisti sarebbe morto per un uso improprio da parte della pornostar. Le chiediamo anche se è vero che ha fatto sesso con un cavallo. E ancora: Rocco Siffredi diceva che Cicciolina si lavava con il latte di capra era veramente così?

Partiamo proprio da questa domanda scomoda. La prendiamo alla larga chiedendole quale sia l’attore che proprio detesta. Quando nominiamo se è Rocco Siffredi, Cicciolina scoppia. “Non faccio pubblicità a una testa di cazzo che mi ha rovinato!”, dice lei. Gli animi si surriscaldano e così interviene ancora una volta il figlio che tenta di depistarci. “Non parlano di Rocco il pornostar, ma di Rocco il giocattolo”. Cicciolina non ne vuole sapere: “Lui è uno stronzo, punto”.

Mamma e figlio ci aprono la porta per invitarci ad andarcene. Intanto, Rocco Siffredi ci ha mandato subito la sua risposta: eccola qui sotto.

dopo il nostro servizio
La Corte europea dei diritti dell’uomo ha ritenuto ammissibile il ricorso della famiglia di Riccardo Magherini, morto nel 2014 per infarto dopo un fermo dei carabinieri. Noi de Le Iene abbiamo sostenuto assieme ai familiari la raccolta fondi per il ricorso a Strasburgo dopo che la Cassazione ha assolto i tre militari che lo avrebbero picchiato

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.