>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Ha la tetraparesi spastica: in piedi con la danza | VIDEO

Virginia è una ragazza affetta da tetraparesi spastica. Sua sorella Martina le è sempre stata accanto e insieme sono diventata campionesse di ballo. Nina Palmieri ci racconta la loro storia e un sogno che si può realizzare con il nostro contributo

Questa è la storia di due sorelle molto unite: Martina, la più piccola, e Virginia, la più grande. Virginia è affetta da tetraparesi spastica dal giorno della nascita. I dottori le avevano dato al massimo 18 anni di vita.

Oggi Virginia ha 26 anni e grazie alla sorella vive una vita piena di soddisfazioni. Quando era piccola, Martina le è sempre stata accanto e piano piano, nonostante ogni parere clinico, le ha insegnato anche a camminare.

La vita di Virginia però cambia radicalmente il giorno in cui chiede a sua madre di andare a vedere il saggio di danza della sorella. La madre era sempre stata contraria. “Temevo che Virginia fosse gelosa della sorella e ci rimanesse male”. Invece le cose vanno benissimo. La maestra di danza di Martina, vede che Virginia adora il ballo e per questo le chiede: “Perché non vieni a ballare anche tu?”.

Virginia inizia questa nuova sfida aiutata come sempre dalla sorella e con pazienza e passione riesce a raggiungere grandi traguardi. Insieme a Martina diventa campionessa paralimpica italiana e fondano una scuola di ballo.

Nina Palmieri ha partecipato a una lezione nella nuova scuola: due passi di salsa e tre di baciata per una classe composta sia da persone con disabilità, sia da normodotati, “perché la danza deve unire tutti”, come dice Virginia.

La scuola è in fase di ristrutturazione e se qualcuno volesse aiutare le nostre campionesse può farlo cliccando qui.

Dal 24 agosto al 30 ottobre 2016 tre potentissime ondate sismiche devastano alcune zone del Centro Italia, tra cui Amatrice, uccidendo oltre 300 persone. A tre anni e mezzo dal terremoto dei 2 miliardi di euro di incentivi per la ricostruzione ne sono stati erogati appena 14 milioni. Un fallimento che già serpeggiava tra gli sfollati, incontrati da Giulio Golia a un mese dal sisma di Amatrice

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.