>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

A Napoli la violenza sulle donne supera i reati di droga e camorra | VIDEO

Record di denunce di violenze sulle donne. Sono 438 i nuovi casi presentati alla procura di Napoli: superano in numero quelle per droga e camorra. Un problema attuale più che mai del quale vi abbiamo parlato varie volte, anche il 25 novembre in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne 

Boom di denunce di violenze contro le donne, che superano i reati di droga, rapine e fatti di camorra: sono state ben 438 solo a novembre. Sono i dati della procura di Napoli a fotografare questa triste realtà, di cui noi de Le Iene ci siamo occupati più volte.

Nel 2018-2019 il fenomeno della violenza sessuale sulle donne è calato con 16,7%. Il femminicidio invece fa registrare un aumento percentuale: dal 37 % al 49 %. La maggior parte di queste vittime è straniera. Nel 61 % dei casi il criminale è proprio il partner e di solito l´arma da taglio è la più utilizzata. 

In Italia ogni 72 ore una donna viene uccisa. Ogni 15 minuti subisce una qualche forma di violenza. Le forme più gravi di violenza provengono nella maggior parte dei casi da partner. Secondo il rapporto Eurispes si tratta del 61% dei casi.

Ad oggi, purtroppo, sono ancora tanti i casi di violenza sulle donne. Vi abbiamo raccontato con Nina Palmieri la storia di Filomena, una donna sfregiata con l'acido da suo marito, che è riuscita a rialzarsi e andare avanti.

Sempre con Nina vi abbiamo parlato di Lucia Panigalli, che per due volte ha rischiato di essere uccisa dal suo ex: “Sono perfettamente consapevole di avere a che fare con una persona disturbata. Ogni volta che devo uscire di casa devo chiamare i carabinieri, devo aspettare che vengano davanti a casa”, dice la vittima.

Tutto questo non è amore. Lottiamo contro la violenza sulle donne e in quest’occasione, abbiamo pubblicato il video che vedete qui sopra.

Alessia Marcuzzi, Nina Palmieri, Veronica Ruggeri, Roberta Rei, Giulia Innocenzi e Alice Martinelli ci raccontavano i numeri di questa emergenza. E anche gli uomini possono e devono fare la loro parte in questa battaglia. Le nostre Iene al maschile hanno partecipato a questo video insieme a una donna particolarmente importante per la loro vita. Giulio Golia con la mamma, Matteo Viviani con sua moglie e suo figlio, Filippo Roma con la figlia, Nicola Savino con la moglie, e così via.

Denunciate, non restate in silenzio. Proteggete le vittime. Il dolore non passa se restate in silenzio.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.