>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Mamma Zaniolo: i ladri le restituiscono l'auto, e pure pulita

Avevamo conosciuto la bella Francesca Costa, mamma del talento della Roma Nicolò Zaniolo, con l’intervista di Nicolò De Devitiis. Due giorni fa il furto del suo potente Bmw. E ora i ladri gliel’hanno riportata, lavata e con la carrozzeria senza più graffi!  

"Bentornata grazie !!!!". Francesca Costa, la bella mamma del talento della Roma Nicolò Zaniolo, ha di nuovo la sua automobile. Le era stata rubata due giorni fa a Roma e adesso è lei stessa con una storia su Instagram a ringraziare i ladri che gliel’ hanno restituita. Pulita, senza più alcuni graffi sulla carrozzeria e parcheggiata proprio sotto casa!

Abbiamo conosciuto Francesca e Nicolò grazie alla Iena Nicolò De Devitiis, che li ha incontrati realizzando l'intervista all’interno dell’altra auto di famiglia (che potete vedere qui sopra).

Francesca, 42 anni, è la mamma più cliccata dei social, tanto che su Instagram supera i 260mila fan. E con lei e con il talento della Roma, fresco di convocazione in Nazionale, avevamo parlato di calcio e Grande Fratello.

“Rimarrai anche tu per sempre alla Roma?”, chiede alla neo promessa giallorossa il nostro Nicolò De Devitiis. “Il mio obiettivo è questo”. E alla domanda se vuole essere anche lui una bandiera come lo erano Totti e Del Piero, non ha dubbi: “E’ un sogno, ci proverò”. Zaniolo è approdato alla Roma l’anno scorso e dopo le ultime prestazioni, con la sua doppietta in Champions nella sfida con il Porto, è stato paragonato a Francesco Totti. Tanto che sui social i tifosi si dividono, tra chi vorrebbe dare al giovane la maglia 10, riconoscendolo erede ufficiale di Totti, e chi invece considera quella maglia intoccabile.

Da qualche tempo a rubargli la scena è arrivata mamma Francesca coi suoi selfie fatti di pose ammiccanti. E la donna ai giornali ha confidato che se le proponessero il Grande Fratello, lei sarebbe pronta a farlo.

Un furto d’auto così celere non è una novità, e sempre in casa Roma. Era infatti già successo a Daniele De Rossi, a cui era stata sottratta per appena due giorni la Smart. E in quella occasione i ladri, forse tifosi della squadra romana, gli avevano anche fatto trovare un bigliettino giallo-rosso di scuse.

dopo il nostro servizio

Il boss della ‘ndrangheta, che in passato era già stato latitante per ben 23 anni, stava per essere estradato in Italia, dove deve scontare 30 anni di carcere. Giulio Golia era andato sulle sue tracce a Punta del Este, il paradiso discreto scelto da boss internazionali e signori della droga

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.