>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di Monica Skripka |

Addio Steven: escluso da una legge crudele, morto a 24 anni per un tumore | VIDEO

I funerali di Steven Babbi, colpito da un tumore gravissimo. Nina Palmieri ci ha raccontato la sua storia: dopo sei mesi di malattia non riceveva più lo stipendio dall’Inps, l’hanno aiutato i suoi datori di lavoro. Che anche oggi erano accanto a questo ragazzo

Steven continuerà a vivere nella grande famiglia della Siropak. Lui è stato per noi carezza d’amore e donerà ancora tutta la sua tenerezza”. Rocco, il suo datore di lavoro, racconta a Iene.it l’ultimo saluto a Steven Babbi, morto a 24 anni per una gravissima forma di tumore.  

Steven dopo sei mesi di malattia, come prevede la legge, si era trovato a non ricevere più lo stipendio dall’Inps, come vi abbiamo raccontato nel servizio di Nina Palmieri che potete vedere cliccando qui. Rocco De Lucia e la moglie Barbara Burioli hanno continuato a pagarlo lo stesso e a rimanergli vicino. Per questo sono stati nominati Cavalieri dell’Ordine al Merito della Repubblica dal presidente Mattarella. “Perché crediamo nel patrimonio primario della nostra azienda”, ci hanno detto. “I nostri ragazzi, quelli che lavorano con noi ogni giorno, vanno tutelati non solo nel bene ma anche quando purtroppo arriva il momento del male”.

Nel nome di Steven continuerà la battaglia perché ai malati oncologici non venga applicato il limite massimo di sei mesi per continuare a ricevere lo stipendio dall’Inps mentre si è in malattia. 

I funerali sono stati celebrati nella chiesa parrocchiale di Bagnarola di Cesenatico. Rocco ricorda così quel ragazzo, dal coraggio contagioso e dal sorriso che riempiva il cuore: “Steven è diventato un luminoso esempio di come l’uomo deve ricevere dignità sul posto di lavoro, rispetto e amore in ogni ambito della vita”.

Ciao Steven.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.