>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Bimbo contattato da “Jonathan Galindo”: “Rispondimi o morirai”. Un terribile scherzo? | VIDEO

Giulia Innocenzi parla con la mamma di un bambino di 11 anni che ci racconta che il figlio ha ricevuto dei messaggi da un numero che si presentava come Jonathan Galindo. Dopo aver sporto denuncia la mamma racconta di aver ricevuto una telefonata: potrebbe trattarsi di un terribile scherzo?

“Ciao, sono Jonathan Galindo, vuoi fare un giochino?”. È questo il messaggio che un bambino di 11 anni ha ricevuto da un numero sconosciuto. A raccontarlo a Giulia Innocenzi è la madre del bambino, che avendo visto i nostri servizi sul Pippo umano si è spaventata molto nel leggere quei messaggi. Vi abbiamo parlato di questo personaggio in un servizio di Giulia Innocenzi dopo essere stati contattati da un papà il cui figlio di 7 anni ha pubblicato su TikTok un video in cui parla di Galindo e della sfida al suicidio. Nel secondo servizio abbiamo poi dato voce alla mamma del bambino.

“Venerdì sera mio figlio mi fa vedere dei messaggi”, racconta la madre. “Io li leggo: ‘Ciao, sono Jhonatan Gallindo’, scritto male, ‘vuoi giocare a un giochino? Rispondimi o verrò stanotte a ucciderti i parenti e morirai”. La madre in un primo momento pensa a uno scherzo: “Ho pensato che fosse uno scherzo perché era scritto male in italiano. Così ho preso il mio telefono e ho chiamato il numero che aveva scritto a mio figlio. Ma non prendeva la linea, come se quel numero non potesse ricevere chiamate”.

E a questo punto la mamma spaventa molto: “Mi è preso un colpo, mi è venuto in mente quello che avevo visto nei vostri servizi a proposito di questo Jonathan Galindo. Così sono andata dai carabinieri di Ostia e ho sporto querela”.

Ma la sera dopo sarebbe successo qualcosa di molto curioso. “Mi chiama una mia amica e mi dice che l’aveva chiamata una mamma dicendole che voleva il mio numero perché la figlia aveva fatto uno scherzo bruttissimo a mio figlio”, continua la mamma. “Quando sono salita in casa ho trovato mio marito che parlava al telefono con questa signora, che diceva che era stata sua figlia e che era stata chiamata dai carabinieri”.

La mamma avrebbe così richiamato i carabinieri: “Mi hanno detto che loro avevano contattato il numero e che la signora sosteneva che il telefono lo avesse in uso la figlia ma negava che fosse stata la bambina”.

Giulia Innocenzi ha quindi provato a contattare la signora con cui avrebbe parlato la mamma dell’undicenne. Ma la donna che ha risposto al telefono ha detto di non saperne niente e non di avere figli. E poi ha attaccato.  

“Io non so come stanno davvero le cose, lo capiranno i carabinieri”, conclude la madre. “Ma anche se fosse uno scherzo è terribile e i bambini si sono messi paura, da venerdì sera dormono con me”. 

Ultime News

Vedi tutte
Loading