>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Diamo “una mano” a Veronica? | VIDEO

Veronica Ruggeri va a Napoli per realizzare almeno per un giorno il sogno di Veronica, una bella ragazza di 22 anni nata senza il braccio sinistro. Vogliamo aiutarla a sentirsi ogni giorno così, come tutte le sue coetanee. Aperta una raccolta fondi: obiettivo di 32mila euro superato in meno di 5 minuti, avete un cuore immenso e non sappiamo davvero come ringraziarvi!!!

Aggiornamenti

  • Grazie!!!

    Obiettivo superato in meno di 5 minuti, avete un cuore immenso e non sappiamo davvero come ringraziarvi!!!

Veronica Ruggeri prova a realizzare, almeno per un giorno, il sogno di Veronica, una bella ragazza napoletana di 22 anni nata con una malformazione e senza un braccio.

Una giovane chiusa nel suo mondo interiore, che si vergogna della sua condizione e che non esce di casa e non parla con nessuno per colpa di quella malformazione.

“Mia figlia è nata di cinque mesi, pesava 450 grammi”, spiega la mamma. “Essendo così prematura, il braccio non ha fatto in tempo a formarsi…”

Veronica Ruggeri la va ad incontrare dopo aver ricevuto una mail accorata: “Sono nata senza il braccio sinistro. Non ho mai avuto una protesi, perché costano tanto e la mia famiglia non se le può permettere. Non vi chiedo soldi ma magari mi potete aiutare”. 

Proviamo ad aiutarla, portandola in un centro all’avanguardia, quello di Budrio, nel Bolognese, dove l’incredibile squadra di Ottobock realizza le meravigliose protesi bioelettriche che hanno dato braccia e gambe ad atleti olimpionici e sportivi di tutto il mondo.

Le protesi funzionano così: si appoggiano i sensori al braccio e quando i muscoli si muovono, mandano un segnale alla protesi, che risponde. Protesi incredibili, con tanto di mano color carne, smalto compreso.

Tutto bellissimo, se non fosse per il prezzo proibitivo: 40.000 euro. Una cifra che la famiglia non può permettersi, anche se l’Asl ne pagherebbe circa 12mila.

Mamma Luciana si commuove nel guardare sua figlia che fa dei semplici movimenti con quel braccio e quella mano, movimenti mai fatti prima.

“Sono stata molto impacciata ma ti posso assicurare che quando ho guardato la protesi attraverso lo specchio ho visto la nuova me”, racconta Veronica emozionata. “Se veramente riuscirò a realizzare questo sogno sono sicura che mi guarderò con occhi diversi.

Per dare letteralmente dare una mano a Veronica è stata aperta su  "Go Fund me" una raccolta fondi che le consentirà di acquistare la protesi. L'obiettivo di 32mila euro è stato superato in meno di 5 minuti: avete un cuore immenso e non sappiamo davvero come ringraziarvi!.

Sulla pagina Veronica, per raccontare a tutti la sua storia, ha scritto: “Mia madre e mio padre mi hanno sempre dato tutto, ma l’amore purtroppo questa volta non basta. Hanno perso il lavoro e vedo quanto soffrono quando sono costretti a dirmi ‘no’. La vostra solidarietà può fare la differenza : siete voi gli unici che possono ‘DARMI UNA MANO’". 

Ultime News

Vedi tutte
Loading