>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Conte annuncia il nuovo dpcm: coprifuoco serale nazionale, centri commerciali chiusi nel weekend

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato alla Camera delle nuove restrizioni per combattere il coronavirus: “Il quadro è critico, la pandemia corre veloce in tutta Europa”. Sarà imposto un coprifuoco serale nazionale. Capienza dei mezzi pubblici ridotta al 50%, scuole superiori in didattica a distanza totale. Il paese sarà diviso in tre aree di rischio

“Riteniamo necessario nuovi interventi restrittivi prima di mercoledì: il quadro è critico, la pandemia corre veloce in tutta Europa e obbliga tutti i Paesi a prendere misure per contrastare la seconda ondata”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato alla Camera le nuove restrizioni che il governo si appresta a varare.

Il premier ha comunicato che il paese sarà diviso in tre aree differenti, a seconda della gravità del contagio da coronavirus nelle singole regioni calcolato sulla base del rapporto settimanale dell’Iss.

In tutta Italia sarà stabilita la “chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi escluse le attività essenziali, la chiusura dei corner delle aree scommesse, la chiusura - purtroppo - dei musei e delle mostre”. Ma non solo: “La capienza dei mezzi pubblici sarà ridotta al 50%, e ci saranno limitazioni degli spostamenti da e per Regioni ad alto rischio. Prevediamo inoltre la didattica a distanza completa per le scuole superiori, nella speranza che sia il più breve possibile”.

Infine l’annuncio più atteso e temuto: ci sarà un coprifuoco nella “fascia serale tarda”, anche se il presidente del Consiglio non ha specificato l’orario. L’ora precisa sarà decisa dopo il confronto con le Regioni e con il Parlamento. Il premier ha chiarito anche a cosa sono dovute le nuove restrizioni: “Non stiamo subendo una insostenibile pressione sulle terapie intensive, piuttosto stiamo subendo un preoccupante aumento di ricoveri negli altri reparti”. E per questo servono nuove limitazioni.

La decisione di classificare una regione in una zona di rischio bassa, media o alta sarà stabilita dal ministro della Salute. Laddove la pandemia da coronavirus sta correndo di più, ci saranno limitazioni più stringenti di cui però non è ancora stato dato conto.

Ultime News

Vedi tutte
Loading