>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus, nuovo decreto: multe fino a 3mila euro per chi viola restrizioni

"Sono soddisfatto della reazione degli italiani, nessuna proroga fino al 31 luglio", ha detto il premier Conte. “Per adesso previste solo fino al 3 aprile”, specifica il presidente del Consiglio superiore di sanità. Multe fino a 3mila euro per chi viola le restrizioni. Intanto continua il trend positivo dei nuovi contagi, in diminuzione per il terzo giorno consecutivo

Multe durissime per chi viola le restrizione imposte per contenere il coronavirus: fino a 3mila euro. Se la violazione è commessa con un autoveicolo, è aumentata di un terzo. Lo ha deciso il consiglio dei ministri, che ha approvato un nuovo decreto per combattere la pandemia. "Se tutti rispettano le regole, potremo uscire quanto prima possibile dall'emergenza", ha detto Conte: "Non c'è nessuna proroga fino al 31 luglio", ha poi chiarito.

"Sono soddisfatto e orgoglioso della reazione degli italiani nel rispettare le prescrizioni", ha detto ancora Conte. "La stragrande maggioranza dei cittadini si sta conformando alle nuove regole. Ciascuno deve fare la propria parte per affrontare l'emergenza"

"Abbiamo deliberato l'adozione di un decreto legge che riordina la disciplina dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale. Il nostro assetto non prevedeva un'emergenza di questo tipo", ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. "Con questo decreto legge abbiamo regolamentato più puntualmente e in modo più trasparente i rapporti tra l'attività del governo e del Parlamento. Prevediamo che ogni iniziativa venga trasmessa ai presidenti delle Camere e che io vada a riferire ogni 15 giorni".

In particolare le regioni - e anche i singoli comuni - potranno modulare l’applicazione delle restrizioni a seconda delle specifiche situazioni: dove il coronavirus starà colpendo con più forza si potranno imporre ulteriori restrizioni in accordo con il governo. Sono previste multe molto salate per chi viola i divieti: da 400 a 3mila euro per chi non rispetta le misure, che vanno a sostituire l'ammenda di 206 euro prevista finora per i trasgressori.

“La durata delle attività di contenimento è finora prevista al 3 aprile”, aveva già chiarito il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli in giornata: “Vicino a quel giorno si deciderà se prorogare o meno”. "Non c'è nessuna proroga fino al 31 luglio", ha chiarito Conte. "Quello è lo spazio dell'emergenza, ma siamo pronti ad allentare la morsa delle misure se sarà possibile".

Il decreto del governo arriva nel terzo giorno consecutivo di diminuzione dei nuovi casi di coronavirus: sono 54.030, ovvero 3.612 persone in più rispetto a lunedì. Le vittime sono 6.820, 743 più di ieri.

esclusiva web

Lo studio della Società italiana di medicina ambientale sul collegamento tra inquinamento e coronavirus, di cui noi vi abbiamo parlato già a marzo, è stato pubblicato sul British Medical Journal confermando le evidenze iniziali: le polveri sottili presenti nell’aria hanno “aperto un’autostrada al coronavirus”. Per prevenire una seconda ondata bisognerebbe usare la “mascherina anche all’esterno dove non fossero assicurate distanze di almeno 6-8 metri”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.