>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Crollano in Italia le adozioni dall'estero | VIDEO

Nel 2019 è stato registrato il numero più basso di adozioni internazionali degli ultimi vent’anni. Noi de Le Iene vi abbiamo parlato con Sabrina Nobile delle difficoltà burocratiche e delle troppe sofferenze che l’iter provoca a bambini e genitori

Nel 2019 l’Italia ha registrato un calo del 14% delle adozioni internazionali rispetto all’anno precedente. È il dato più basso negli ultimi vent’anni con solo 969 bambini adottati nel 2019, rispetto ai 1.130 nel 2018. A rendere pubblico il report delle statistiche è stata la Commissione delle adozioni internazionali che descrive il fenomeno come “un trend mondiale”.

“Il punto è che osserviamo sempre più spesso prevalere le istanze nazionaliste dei vari Paesi, che vogliono trattenere i bambini e destinarli al circuito interno delle adozioni nazionali, complice anche alcuni fenomeni di calo demografico”, spiega Laura Laera, vicepresidente della Cai.

Per quanto riguarda i paesi di provenienza dei bambini, nel 2019 troviamo la Cina in testa alla classifica del calo con 38 adozioni in meno per Italia rispetto all’anno precedente. Segue la Federazione Russa con 26 in meno, poi vengono la Bielorussia e il Vietnam.

Salgono invece alcuni paesi: dalla Colombia si registra un aumento di 33 adozioni nel 2019, seguono Perù, Ucraina e Filippine, come riporta il quotidiano Avvenire.

Con Sabrina Nobile noi de Le Iene, vi abbiamo parlato nel servizio che potete vedere qui sopra, dei problemi burocratici che contribuiscono a rendere difficili le adozioni internazionali. L’iter è molto lungo e di tutto questo risentono per primi i bambini. 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.