>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Emis Killa e Jake La Furia, dal nuovo album “17” al bacio contro l'omofobia | VIDEO

Emis Killa e Jake La Furia insieme anche a Le Iene per l’intervista doppia, dopo che hanno firmato il loro nuovo album "17" che è in testa alle classifiche. "Io sono stato anche dentro per furtarelli, ma non ne vado fiero", ci racconta Emis Killa. "Se becco mio figlio che bullizza qualcuno a scuola? Si becca due calci nel culo", ci dice Jake La Furia

Ci dicono che il rap è omofobo per il linguaggio e gli sfottò perché dice frocio e non omosessuale”. A Emis Killa e Jake La Furia abbiamo chiesto un bacio virtuale per abbattere questa etichetta. Eccoli insieme anche nell’intervista doppia de Le Iene, oltre che nel nuovo album “17”. Ora sono in vetta alle classifiche, ma loro hanno iniziato chi facendo traslochi, chi dal panettiere o dal meccanico. E con i primi soldi si sono regalati entrambi un Porsche Carrera.

“Con la musica si guadagna ancora bene, almeno fino a prima del lockdown. Quando i rapper si ricoprono d’oro è come per dire ‘ce l’ho fatto’”, dicono. Ma non credono che per fare del buon rap si debba arrivare dalla strada. Ci parlano dei loro grattacapi con la giustizia: “Io sono stato dentro, ma non è andata oltre la notte. Non ne vado fiero. Ho iniziato con i giochi del Gameboy fino a derubare i turisti”, dice Emis. “Io arrestato mai”, ribatte Jake. Ci raccontano anche di averle prese dai buttafuori, invece a scuola difendevano i più deboli o se la prendevano con i bulli, “ma se becco mio figlio bullizzare qualcuno lo prendo a calci in culo”, aggiunge Jake. “Idem se li becco con la cocaina”. E con il sesso come va? “Ormai ho appeso le palle al chiodo”, dice Jake. Invece Emis dice di aver avuto sempre ragazze più grandi, “loro avevano le rughe e io neanche i peli sul petto”. 

Ultime News

Vedi tutte
Loading