>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Ferriera di Trieste: accordo per la riconversione. La nostra inchiesta sui morti per inquinamento | VIDEO

È stato firmato il nuovo Accordo di programma per la messa in sicurezza e la riconversione industriale dell’aera della Ferriera di Trieste, denominata “l’altra Ilva”. Un tema di cui ci siamo occupati in numerosi servizi della nostra Nadia Toffa

Via alla riconversione industriale nell’area della Ferriera di Servola a Trieste. Il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha firmato il 27 giugno il nuovo Accordo di programma che mette in moto la messa in sicurezza, riconversione industriale e sviluppo economico produttivo dell'area. La Ferriera, denominata “l’altra Ilva” per le similitudini con il caso di inquinamento ambientale dell’Ilva di Taranto, è stata al centro di numerosi servizi della nostra Nadia Toffa, come potete vedere qui sopra e in fondo all'articolo, ed è stata chiusa pochi mesi fa.

“L’obiettivo che ci ha accomunati è stato quello di garantire nei prossimi anni uno sviluppo industriale che tenga conto delle esigenze ambientali, sociali e occupazionali di cittadini, imprese e lavoratori”, ha dichiarato il ministro Patuanelli. “Con l’Accordo di programma vengono definiti gli investimenti e gli interventi funzionali a supportare e realizzare nell’area della Ferriera una produzione ecosostenibile”.

Qui, come a Taranto, si sono concentrati gli studi sull'incidenza del cancro tra chi lavora in acciaieria. La nostra Nadia aveva incontrato proprio alcuni di questi lavoratori. “Ho avuto colleghi che sono morti per cancro alla vescica, ai polmoni”, ci ha raccontato Romano Pezzetta, un ex operaio della Ferriera che per 40 anni ha diretto l’altoforno.

Ma non sono solo i lavoratori ad aver respirato le polveri della Ferriera. Anche gli abitanti dell'area per anni hanno vissuto tra quei fumi. La nostra Nadia ha incontrato alcune di queste persone. “Ho avuto un tumore alla tiroide e problemi respiratori perché sono allergica allo zolfo”, ci ha raccontato Daniela, costretta a stare chiusa in casa. “Se esco poi divento afona per ore a causa delle sostanze che respiro”. C’è anche chi è morto di antracosi, malattia polmonare che di solito viene diagnosticata ai minatori dopo 20 anni di servizio. Come la moglie di Livio: “Ha passato 10 anni di battaglie prima di morire. Non è giusto fare una fine così”.

Ecco qui sotto i principali servizi che abbiamo dedicato alla Ferriera di Trieste.

La Ferriera di Trieste

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.