>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus, le lodi dall'America e dove sono i nuovi focolai in Italia

Anche la Cnn dopo il New York Times loda il modello Italia nella lotta al Covid. L’attenzione si concentra ora sui nuovi focolai: ecco dove sono nel nostro paese (con un consiglio: cautela soprattutto per i ragazzi quando si va e si torna da una vacanza all’estero)

Dopo un’editoriale del New York Times (“Perché l’America di Trump non può essere come l’Italia?”), arriva oggi anche un articolo della Cnn a lodare il modello Italia nella lotta al coronavirus (“I più grandi paesi europei assistono a un’ondata di Covid, non questo”).

I numeri dei contagi italiani certo sono in ripresa ma a livelli fortunatamente per ora non confrontabili con le migliaia di Spagna, Francia, Regno Unito e Germania, solo per citare appunto le nazioni più grandi. Una delle nuove chiavi e frontiere potrebbe essere la capacità di individuare e contenere i focolai di Covid.

Ecco l’elenco con il numero dei contagiati e le caratteristiche di quelli in Italia, diviso per regioni e poi per singole località. I casi singoli naturalmente continuano, qui si evidenziano quelli multipli, legati soprattutto a rientri dall’estero, centri d’accoglienza per migranti, lavoro a stretto contatto, “movida” e contagi familiari. I casi registrano in genere in Italia come nel mondo una crescita tra i giovani (negli Stati Uniti nelle ultime settimane di luglio ci sono stati quasi 100mila bambini contagiati) e degli asintomatici.

VENETO
Treviso: 257.
Ospiti e operatori in un’ex caserma usata come centro d’accoglienza per migranti.
Padova, Vicenza e Verona: 90. Comitiva di studenti rientrati dalla Croazia.

LOMBARDIA
Rodigo (Mantova): 130.
In un’azienda agricola e tra i braccianti addetti alla raccolta.

PIEMONTE
Vercelli: 37.
Giovani dominicani che frequentavano una discoteca.
Cuneo: 17. Cinque ragazzi rientrati dalla Croazia più 12 positivi tra i loro contatti.

LIGURIA
Savona: 29.
Clienti e personale di un sushi bar.

TOSCANA
Carrara: 21. Nella maggioranza nigeriani in un centro d’accoglienza.
Barga (Lucca): 5. Una famiglia in isolamento.
Borgo San Lorenzo (Firenze): 4. C’è anche una parrucchiera: test su 70 persone.
Arezzo: 12. Ragazzi di ritorno da una vacanza a Corfù in Grecia.

MARCHE
Montecopiolo (Pesaro): 20.
Dopo una cena di ex compagni di classe. Test su 170 persone.

UMBRIA
Assisi: 18.
Frati francescani novizi di un convento vicino alla Basilica di San Francesco.

LAZIO
Roma: 8.
Ragazzi rientrati da Malta.

PUGLIA
Lecce: 9.
Una famiglia di 4 persone. Cinque ragazzi di ritorno da una vacanza in Grecia.

CALABRIA
Cosenza: 9.
Una famiglia: una bimba ricoverata per un intervento e poi i parenti.

SICILIA
PERGUSA (Enna): 21.
In maggioranza cingalesi in un centro di accoglienza per migranti.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.