>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Ecco chi è il “funzionario” che avrebbe trattato per Silvia Romano | VIDEO

Nel precedente servizio Matteo Viviani e Riccardo Spagnoli ci avevano raccontato del rapporto telefonico, durante la prima fase del sequestro di Silvia Romano, tra un imprenditore italiano che ha vissuto in Kenya 30 anni, e un presunto funzionario dello Stato, che diceva di dirigere le  trattative per la liberazione dell’ostaggio. Matteo Viviani ci svela chi è il funzionario, ma il mistero, anziché terminare, si infittisce ancora di più

Matteo Viviani e Riccardo Spagnoli tornano sul caso del rapimento di Silvia Romano, la volontaria milanese tenuta in ostaggio per 535 giorni tra il Kenya, dove è stata sequestrata e la Somalia dove è stata liberata.

Lo fanno dopo avervi raccontano, nell’ultimo servizio, le dichiarazioni riportate da un uomo che ha lavorato e vissuto a lungo in Kenya, e che ha intrattenuto per mesi una conversazione con chi sosteneva di essere stato incaricato dalla presidenza del Consiglio di dirigere le operazioni per la liberazione di Silvia Romano.

Una persona che avrebbe, in sostanza, lasciato intendere che qualcuno dall’Italia stava frenando la liberazione di Silvia Romano, per intascarsi parte dei soldi stanziati per il riscatto.

Abbiamo scoperto l’identità di quella persona e il mistero, invece che terminare, sembra essersi infittito ancora di più. Si chiama Valter Tozzi, è un geometra e stando a quando racconta il quotidiano “La Verità” il suo passato sarebbe decisamente opaco.

Matteo Viviani lo chiama, per farsi spiegare il perché di quella lunga conversazione con Stefano Saraceni sulle trattative per la liberazione di Silvia Romano. 

L’uomo però respinge le accuse, spiegando di avere preso parte ad un “teatrino” che nulla ha a che fare con le Istituzioni dello Stato. Un teatrino a suo dire nato quando Stefano Saraceni sarebbe andato da un amico comune (“un semplice corazziere di basso livello, un povero Cristo che vive una vita umilissima, neanche un graduato”) a proporsi per aiutare lo Stato nelle ricerche della giovane ragazza milanese.

E così Tozzi e il corazziere, avrebbero deciso di tirare “un bidone” proprio a Saraceni

Tozzi ribadisce con Matteo Viviani la sua assoluta estraneità e partecipazione attiva alla vicenda del rapimento di Silvia. “Non ho mai diretto nessuna operazione, non ho mai messo piede in terra keniota capisce?”, ribadendo che si è trattato di una “scenetta goliardica”.

Qualcosa però, comunque, a noi sembra non tornare. 

Se l’uomo, come vorrebbe fare intendere, è assolutamente estraneo a ogni legame con lo Stato, come si spiega il suo continuo apparire in immagini televisive, accanto a quelle stesse istituzioni, in occasione di eventi normalmente riservate alle più alte autorità?

Lo vediamo in immagini di repertorio: è il 6 settembre 2009, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è in visita in una zona terremotata, assieme all’allora commissario per la ricostruzione Guido Bertolaso: dietro di loro c’è proprio Valter Tozzi.

E sempre Tozzi compare anche nelle immagini televisive del 22 dicembre del 2012, il giorno in cui i due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone tornano in Italia a bordo di un volo di stato. Eccolo Valter Tozzi: lo vediamo in prima fila, davanti a tutti, addirittura agli stessi familiari dei due marò. A un certo punto l’uomo, che continua a sostenere di essere solo un geometra, entra nell’aereo. Poi esce, si guarda intorno, rientra, esce nuovamente e si mette in attesa assieme a tre graduati della Marina Militare, con i quali sembra anche scambiare due battute. 

Ma non finisce qui, perché il 28 maggio del 2016, al ritorno in Italia del solo Salvatore Girone, Tozzi è ancora lì, nella sala d’attesa dell'aeroporto. E dopo aver chiacchierato proprio con il padre del militare, si piazza ai piedi della scaletta insieme all’allora ministro della difesa Roberta Pinotti e all’allora ministro degli Esteri Paolo Gentiloni

Ma è davvero possibile che questa persona sia solo un geometra? Tozzi incredibilmente racconta a Matteo Viviani di essere stato invitato lì come giornalista freelance, ma non lo troviamo sull’albo nazionale dei giornalisti e non c’è nemmeno alcuna traccia di suoi articoli in Rete.

Il 2 giugno 2018, lo ritroviamo in video accanto al nostro attuale Presidente del Consiglio, mentre tutte le cariche più importanti dello Stato stanno assistendo alla parata per la festa della nostra Repubblica. 

L’uomo sostiene di essere “pazzo per la collezione di foto con personaggi importanti!”, spiegando che qualsiasi persona può compilare un apposita scheda per entrare a Palazzo Chigi.

Noi allora abbiamo provato a contattare alcune delle persone di cui aveva parlato nelle sue telefonate con Stefano durante quelle che lui stesso definiva trattative per la liberazione di Silvia Romano.

A partire dall’uomo che, stando al suo racconto, avrebbe ideato lo scherzo a Saraceni. Quando gli spieghiamo il motivo della telefonata, dice di non avere visto il nostro servizio e di non voler sapere nulla di tutta questa storia, e attacca il telefono in faccia a Matteo Viviani.

Una reazione simile a quella avuta con un contatto che ricopre una posizione importante in Kenya, e che Valter Tozzi nelle telefonate con Stefano sosteneva di avere sentito: “Non rispondo, per favore, non voglio nessun tipo di coinvolgimento”.

Sentiamo anche l’uomo che secondo il racconto fatto da Valter Tozzi a Stefano, sarebbe stato un capitano dei Ros, Un uomo che Stefano ha incontrato ma che Tozzi sostiene essere solo un professore di topografia.

Lo cerchiamo e lo troviamo. È davvero un professore ma nega categoricamente di avere mai preso parte ad uno scherzo simile tantomeno di aver finto di essere un Capitano del Ros : “Non faccio niente di queste cose”.

E poi smentisce anche di conoscere Valter Tozzi.

Chi è veramente Valter Tozzi?

Noi ci auguriamo seriamente che sia solo un mitomane ma le domande che vorremmo rivolgere a tutte le Autorità sono poche ma precise.

Conoscete quest’uomo? 

In che veste ha presenziato a tutti questi eventi importanti? 

Ha ricoperto davvero un ruolo nel caso di Silvia Romano? 

E se così non fosse, siete coscienti che di quello che dice e di quello che fa?

Ultime News

Vedi tutte
Loading