>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Giro d'Italia, scriviamo il nome di Pantani sul trofeo per il 1999. Cairo: “Sono d'accordo” | VIDEO

Abbiamo chiesto al patron del Giro d’Italia, Urbano Cairo, di mettere anche il nome del mito del ciclismo Marco Pantani sul trofeo del Giro per l'anno 1999. Quel giugno Pantani fu fermato per un esame del sangue risultato fuori soglia. Marco Pantani si era davvero dopato o fu incastrato? Alessandro De Giuseppe ci parla del Giro d'Italia di quell'anno, di quello che potrebbe essere successo e dei possibili collegamenti tra quell'episodio e la camorra napoletana

Scriviamo anche il nome di Pantani sul trofeo del Giro d’Italia per l'anno 1999? Alessandro De Giuseppe è andato a chiederlo direttamente al patron del Giro, Urbano Cairo, per cercare di rimediare, per quando possibile, a quella che riteniamo essere un’ingiustizia. Stiamo parlando della mancata vittoria di Marco Pantani a quel Giro, quando, in vantaggio di 6 minuti su tutti, alla penultima tappa fu fermato per un esame del sangue risultato fuori soglia.

Tutti sapevano che il mito del ciclismo era il più forte. Ma a causa di quell'esame non vinse. “La cosa più vera è che quel Giro d’Italia era stato stravinto da Marco”, ci ha detto il ciclista Mario Cipollini. Noi siamo da sempre convinti che quel giugno del 1999 Marco sia stato incastrato. Alessandro De Giuseppe spiega perché e lancia una proposta: diamo al campione il trofeo che gli spetta. “Sarebbe giusto consegnare quella coppa, perché lui quell’anno lì era il più forte”, dice Evigenij Berzin. “Signor presidente, si metta una mano sul cuore e consegni quel trofeo a mamma Tonina. Sarebbe un riconoscimento per una nazione che ha perso un suo eroe”, conclude Cipollini.

E anche Urbano Cairo si è detto favorevole a questo gesto: “Ero un grande fan di Pantani, mi è dispiaciuto per come è finito”, ha detto a Alessandro De Giuseppe. E sulla proposta di dare al mito del ciclismo il trofeo risponde: “Dobbiamo farlo, sono d’accordissimo”. 

Ultime News

Vedi tutte
Loading