>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Mirko, dalla leucemia all'incontro con Sinisa Mihajlovic | VIDEO

Mirko ha 12 anni ed è una vera forza della natura: ha combattuto e vinto contro la leucemia, nello stesso periodo in cui ne è stato colpito l’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic. Ora che entrambi sono guariti, il nostro Nicolò De Devitiis li ha fatti finalmente abbracciare dal vivo

Mirko ha 12 anni e una forza incredibile: ha avuto e sconfitto un mostro terribile, la leucemia. Il nostro piccolo amico ha condiviso la sua battaglia contro la malattia con Sinisa Mihajlovic, l’allenatore del Bologna anche lui guarito dalla leucemia.

Nei duri momenti della battaglia contro la malattia, Mirko e Sinisa si sono scambiati video ed è nata una bellissima amicizia a distanza. E allora il nostro Nicolò De Devitiis ha deciso di fare un regalo a questo piccolo leone: fargli incontrare di persona il suo nuovo amico!

Prima però la Iena è andato a casa di Mirko e della sua famiglia, per conoscere meglio la sua storia. “Alla notizia della leucemia mi fischiavano le orecchie, mi si è annebbiata la vista e non ho più capito nulla”, ci racconta il papà. Ricordare quei momenti non è facile per Mirko: “Piango, perché ripenso a quello che ho passato”, per i due anni di lotta contro la malattia.

Nel lungo percorso verso la guarigione sono stati tantissimi i calciatori che gli hanno dedicato un pensiero, dai suoi eroi del Parma fino a Radja Nainggolan dell’Inter. Anche gli abitanti del suo paese sono rimasti al suo fianco. “Ricordo che tutti avevano acceso una candelina”, ci racconta la sorella di Mirko.

Adesso che Mirko è guarito, è il momento di realizzare questo meraviglioso sogno: Nicolò De Devitiis lo accompagna a Casteldebole, al centro dall’allenamento del Bologna. E finalmente è il momento di dare un vero abbraccio al suo compagno di lotta contro la leucemia, Sinisa Mihajlovic: “Sei stato forte, perché non è facile passare quella malattia, anche io ho pianto”, dice al piccolo Mirko. 

Sia il mister che Mirko hanno vinto la malattia anche grazie alla donazione del midollo. “L’Italia è uno degli ultimi paesi in Europa per donazione”, ci dice Mihajlovic. “Donare è la cosa più bella che esiste, perché salvi una vita”. Un appello a cui anche noi ci associamo. 

E le sorprese per Mirko non sono finite: Mister Sinisa ha un regalo per il suo amico, la maglia numero 10 del Bologna! Prima di salutarci il nostro piccolo leone ha un consiglio per tutti i bambini che stanno passando oggi il suo stesso inferno: “Non mollate, pian piano ce la si fa”. 

Ultime News

Vedi tutte
Loading