>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Le Iene per Nadia / 3: la Terra dei Fuochi | VIDEO

Terza parte de Le Iene per Nadia: l'inchiesta sulla Terra dei fuochi. Per la prima volta si scopre che non è un dramma solo di Caserta e Napoli, ma che coinvolge l’Italia intera. Frutta e verdura coltivate lì vengono mangiate da tutti noi. Come anche il sushi degli all you can eat di un’altra sua famosa inchiesta

Dopo il primo servizio e il malore che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino al ritorno in onda, abbiamo raccontato la sua inchiesta sull’inquinamento dell’Ilva di Taranto. Le Iene per Nadia passa ora al suo arrivo tra Caserta e Napoli nel “triangolo della morte”. È il 2013, con Marco Fubini lanciano la prima forte denuncia del dramma della Terra dei fuochi. Nadia incontra alcuni pentiti che per anni hanno riversato lì rifiuti pericolosissimi e bruciato tonnellate di materiale altamente tossico avvelenando terra, acqua e aria. Per primi diciamo che il problema non è solo campano ma dell'Italia intera perché la frutta e la verdura coltivate in quei terreni arrivano sulle tavole di tutti gli italiani. Per dimostrarlo seguiamo gli agricoltori per capire a quali multinazionali vengono vendute.

Anche il sushi degli all you can eat viene mangiato da tutti. Nel 2017 dopo il servizio di Nadia sui rischi di alcuni di questi ristoranti, i clienti iniziano a stare molto più attenti. C'è chi usa il nostro nome: "Non temiamo iene, il sushi lo facciamo bene" recita una campagna di volantini. La nostra Iena si presenta in questo ristorante che non ci teme. Gli esami del sushi sono ottimi e ne nasce un’amicizia con Feng, il titolare: “Per me Nadia è una di quelle persone con il cuore molto morbido, ma di fronte al male ha come un coltello e non ti lascia spazio”.

Ultime News

Vedi tutte
Loading