>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Nubifragio a Palermo: “All'improvviso è scoppiato l'inferno, non si capiva più nulla” | VIDEO

A parlare a Iene.it è una cittadina palermitana che ha visto con i suoi occhi il disastro che si è abbattuto sul capoluogo siciliano: “All’inizio erano quattro gocce d’acqua, poi si è scatenato l’inferno all’improvviso. Sotto casa mia c’era un fiume d’acqua che si portava via le macchine: una cosa indescrivibile”

“All’inizio erano quattro gocce d’acqua, poi si è scatenato l’inferno all’improvviso”. A raccontare a Iene.it il violento nubifragio che ha travolto Palermo è una cittadina del capoluogo siciliano che ha vissuto in prima persona quell’ “inferno”: auto travolte dall'acqua o rimaste intrappolate nei sottopassaggi della circonvallazione allagati (come vi abbiamo raccontato qui), strade trasformate in fiumi in piena, persone costrette a mettersi in salvo abbandonando le macchine sospinte via dalla pioggia.

“E' partito tutto nel pomeriggio, quando è iniziato a piovere”, ricostruisce Olga. “All’improvviso si è scatenato l’inferno e non si capiva più nulla: sotto casa mia c’è una villetta, l’acqua si è portata via un muro esterno. Sulla strada si è formato come un fiume, ha iniziato a venire giù fango” dalle montagne che circondano Palermo. “Nella via c’erano delle macchine, ma si vedeva solo l’acqua che scorreva. A un certo punto non si sono viste più le auto, quel fiume se l’è portate via”.

E non solo le auto: “L’acqua si è portata via tutto. I contenitori della spazzatura sono andati a finire in fondo alla strada o dentro alle case. La macchina di una mia vicina di casa ha rotto un cancello ed è finita quasi dentro una villetta. E’ stato un delirio, una cosa indescrivibile”. Un’esperienza difficile da raccontare: “Non ci sono parole, magari uno vede queste scene in televisione e non riesce a spiegarsele. Poi ci si trova a viverle ed è terribile”.

Olga e la sua famiglia, per fortuna, stanno bene: “Abitiamo al secondo piano, l’acqua qui non è arrivata. Io ho una bambina, mio marito doveva uscire ma il fiume d’acqua è arrivato nel portone della casa: la paura è stata tanta”. E sfortunatamente anche i danni: “Avevamo due macchine: una è completamente da buttare, l’acqua ha sfondato il finestrino e l’ha rovinata”.

La bomba d’acqua che ha travolto Palermo, purtroppo, ha avuto conseguenze gravissime sulla città: attualmente ci sono alcuni dispersi, anche se nessuna vittima confermata a differenza di quanto emerso in un primo momento. I soccorritori stanno lavorando per rintracciare queste persone. Alcuni sottopassaggi della città sono ancora allagati e i vigili del fuoco stanno lavorando per sgomberarli dall’acqua e dalle macchine rimaste bloccate. Diverse abitazioni sono state evacuate. Il nostro Ismaele La Vardera ci sta mandando aggiornamenti sulle operazioni di salvataggio, che potete vedere qui.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.