>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Pantani, un ex compagno di squadra: “I magistrati hanno distrutto una brava persona” | VIDEO

Lo sfogo di Enrico Zaina, ex compagno di squadra del Pirata dopo che martedì è stato trasmesso in replica lo Speciale Le Iene di Alessandro De Giuseppe e Riccardo Festinese. “Com’è morto Marco Pantani?” ci siamo chiesti ricostruendo la sua storia, la vita e la sua carriera fino alle analisi, forse alterate dalla camorra, che nel 1999 hanno fermato il Pirata al Giro. E a una domanda fondamentale: la sua morte nel 2004 è stata davvero un suicidio o un omicidio?

“Hanno distrutto una brava persona, una parte dei magistrati al tempo oltre a Pantani volevano annientare tutto il ciclismo!”. Dopo lo Speciale “Com’è morto Marco Pantani?” di Alessandro De Giuseppe e Riccardo Festinese trasmesso martedì scorso in replica su Italia1, che potete vedere qui sopra integralmente e nelle 6 parti in cui è suddiviso, Enrico Zaina, ex compagno di squadra del Pirata alla Mercatone Uno sfoga la sua rabbia con Facebook.

Lo fa con toni e insulti magari discutibili, sono quelli di chi ricorda un amico scomparso e che ha visto immagini e ricostruzioni che lo hanno colpito nel profondo: “A cosa penso? Bastardi, hanno tramesso un documentario che riassumeva in parte tutta la vicenda di Pantani. Vedere quelle immagini del Panta in una pozza di sangue mi ha fatto salire la rabbia a mille, e quindi bastardi era doveroso. Naturalmente non riferito alle Iene che hanno fatto un grande lavoro, il bastardi è riferito a tutta quella marmaglia di personaggi che dopo Campiglio hanno inesorabilmente annientato una brava persona. Il Palamara dei nostri tempi è lo specchio di una parte di magistrati che al tempo oltre a Pantani volevano annientare tutto il ciclismo!!!“.

Nello Speciale Le Iene abbiamo raccontato la vita e l'incredibile carriera di un mito del ciclismo fino alle analisi, forse alterate dalla camorra, che nel 1999 hanno fermato Marco Pantani al Giro. E ci siamo concentrati soprattutto, ricostruendo i tanti dubbi irrisolti e le molte ombre sulla sua morte, su una domanda: è stato davvero un suicidio o invece si è trattato di un omicidio?

I medici legali di Tor Vergata avrebbero trovato una ferita di 7 centimetri sul cuore del 21enne ucciso a Colleferro e gli organi interni tutti lesionati. A parlarci della brutalità del branco che avrebbe infierito su Willy Monteiro Duarte era già stato un testimone indiretto della rissa: “Gabriele gli ha dato un calcio al torace e un pugno alla tempia, poi una volta a terra lo hanno colpito tutti”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.