>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Pappagallo al guinzaglio ad Angri: i carabinieri autorizzano la passeggiata | VIDEO

I carabinieri avevano fermato e multato Luigi Grimaldi perché passeggiava con un pappagallo al guinzaglio. Oggi tutto è stato chiarito e il pappagallo potrà passeggiare con il suo padrone due volte al giorno

“I carabinieri mi hanno dato la possibilità di portare a svolazzare Dorian, il mio pappagallo”. A parlare è Luigi Grimaldi, il proprietario di Dorian.

Luigi era stato multato mentre passeggiava con il suo pappagallo Dorian al guinzaglio in Piazza Annunziata ad Angri, in provincia di Salerno, e il video di quei momenti ha fatto il giro del web.

I carabinieri che l’hanno incrociato sono rimasti basiti, l’hanno fermato e gli hanno fatto la multa per infrazione delle norme relative all’emergenza Covid-19. Infatti, non si può uscire di casa se non per comprovata necessità e gironzolare con un pappagallo al guinzaglio non sembrava rientrare nelle eccezioni alla quarantena previste dal decreto

Invece no. Luigi si è recato al commissariato dove ha presentato tutta la documentazione relativa al suo volatile domestico. Su Facebook fa notare a tutti una cosa: “Animale domestico non è solo sinonimo di cane. Un cane si può portare fuori a fare i suoi bisogni, ma potrebbe farli anche in un angolo del balcone o su un vecchio giornale. In una grande e civile Nazione quale l'Italia, il principio alla base delle disposizioni di legge è sicuramente rivolto a non tenere in cattività animali che per indole sono liberi. Liberi di sgambettare come i cani e liberi di volare come un uccello”.

I carabinieri della forestale gli hanno dato ragione. Luigi potrà uscire con il pappagallo al guinzaglio due volte al giorno, la mattina e il pomeriggio. Per lui valgono le stesse regole di tutti gli altri proprietari di animali domestici: mantenere la distanza dalle altre persone e non allontanarsi troppo da casa.

Grimaldi potrà anche fare ricorso per annullare la multa, ma ci tiene a specificare una cosa: “Io e Dorian vogliamo ringraziare le forze dell’ordine per il loro lavoro, hanno fatto il loro dovere. Ora siamo felicissimi e vogliamo ringraziare tutti quelli che si sono stati vicini, le autorità e Gesù. Gloria a Dio”.

anticipazione

Presa a pugni perché suonava il flauto: dietro a questo video si nascondono purtroppo altre migliaia di casi di violenza sulle donne, che sono triplicati nel mondo durante la convivenza forzata da quarantena. Ce ne parla Veronica Ruggeri, che ha sentito anche la ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, martedì 26 maggio a Le Iene dalle 21.10 su Italia1

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.