>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di Simone Carcano |

“Positivi al Covid e cacciati in strada”. L'ospedale: “Sono scappati loro” | VIDEO

Due ragazzi di 16 e 23 anni sostengono di essere stati cacciati dall’ospedale Loreto Mare di Napoli nonostante siano positivi al coronavirus. Lo raccontano in un video diventato virale registrato da un giornalista. Poche ore dopo la struttura sanitaria parla di una loro uscita volontaria, un fatto “gravissimo che ha messo a rischio la salute pubblica”

Ci hanno buttato fuori dall’ospedale nonostante siamo positivi al Covid-19”. Lo sostengono due ragazzini in un video diventato virale e realizzato ieri sera, martedì 2 settembre, davanti all’ospedale Loreto Mare di Napoli, che nega però questa ricostruzione. Qui sopra vi mostriamo una parte delle immagini registrare dal giornalista Pino Grazioli che le ha diffuse sulla sua pagina Facebook chiedendo di condividerle per dare la massima visibilità.

Nel filmato si vedono due ragazzini: un 16enne e un 23enne, quest’ultimo con problemi di disabilità. I due amici dicono di essere entrambi positivi al Covid-19 da metà agosto. Secondo il loro racconto, l’incubo inizia quando il 23enne si sente male. “Collassa e lo portano al Cotugno, dopo due ore è successo anche a me”, sostiene l’altro ragazzo. “Ci fanno il tampone e risultiamo positivi”. In base al loro racconto, qui sarebbero stati ricoverati fino a dopo Ferragosto. Poi è avvenuto il trasferimento al Loreto Mare dove si trovavano da almeno una decina di giorni. 

Alle 21 di ieri però è successo qualcosa ancora da chiarire con esattezza. “Mio papà si è presentato con del cibo come ha sempre fatto. I medici però non lo volevano far entrare nonostante io fossi qui da 10 giorni senza vederlo”, racconta il ragazzo nel video. “Loro (i medici, ndr) mi hanno detto ‘se te ne vuoi andare, basta che vieni a firmare’ e allora mi hanno buttato fuori facendomi uscire dalla scala d’emergenza”. Con il sospetto di essere ancora positivi al coronavirus, visto che non hanno ancora un tampone con risultato negativo, e con solo mascherina e guanti addosso, i due ragazzini sarebbero stati raggiunti da un’ambulanza, che si vede nel video. A chiamarla sarebbe stato il giornalista che convince i due a salire per farsi trasportare in un’altra struttura ospedaliera. 

Ora sono asintomatici, ma si sospetta un’infezione ai polmoni di mio figlio”, dice a Iene.it il papà di uno dei due. “Ieri gli ho portato il mangiare come tutti i giorni, ma il medico ha reagito dandogli la cartella clinica in mano. Mio figlio a quel punto se n’è andato dalla scala d’emergenza. Ma io non ho firmato le sue dimissioni e lui è minorenne”, sostiene Giovanni. “Stanotte abbiamo atteso 3 ore e mezza davanti all’ospedale del Mare a Ponticelli. Qui però non avevano posti disponibili ad accoglierli, ora sono dovuti tornare al Loreto Mare”. 

Che cosa è successo in quella stanza al secondo piano dell’ospedale? Davvero i due ragazzi volevano scappare anche se poi sono rimasti davanti alla struttura sanitaria? Noi abbiamo provato a chiederlo alla direzione sanitaria per ricostruire questa lunga notte.

“Due pazienti positivi ricoverati al Covid Center Loreto mare sono usciti all’esterno del nosocomio”, recita la nota di risposta. “Quanto avvenuto durante la notte è gravissimo perché denota una condotta da parte dei due pazienti positivi al Covid che ha messo a rischio la salute pubblica.“È altrettanto grave che per motivare un gesto irresponsabile sia stato gettato discredito sull’operato del personale che lavora ogni giorno con abnegazione e professionalità”. 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.