>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Psicosi Coronavirus, Facchinetti è davvero il paladino dei cinesi? | VIDEO

Francesco Facchinetti è il paladino dei cinesi in questi giorni del coronavirus. Un’emergenza che rischia di diventare psicosi. Stefano Corti e Alessandro Onnis lo mettono alla prova

Nei giorni scorsi dj Francesco è stato testimone di un’aggressione a un cittadino cinese da parte di due ragazzini italiani. Un episodio che lui ha subito condannato attraverso i suoi social: “Mi sono messo in mezzo per cercare di spiegare ai due ragazzi che quel signore non era il colpevole della diffusione del coronavirus, sembra assurdo ma ho dovuto fare questa spiegazione”, scrive dj Francesco. La situazione sarebbe degenerata: “Hanno iniziato a prendere dei sassi per terra e tirarli e nel dividerli, uno dei due ragazzi ha tirato un pugno al signore che è caduto. A quel punto non ci ho visto più e gli ho tirato due schiaffoni”, spiega il dj su Facebook.

Così Stefano Corti e Alessandro Onnis lo mettono alla prova e gli inviano due complici che fingono di aggredire un cittadino dall'aspetto orientale sotto lo sguardo del Capitan Uncino. Come reagirà? Facchinetti entra subito in azione. “Ti tiro due sberle”, dice il figlio dei Pooh. Volano insulti e sberle, la situazione rischia di degenerare meglio far uscire allo scoperto Corti e Onnis! “I cinesi non sono il problema, ma l’ignoranza del non sapere che cosa sta succedendo”, ci dice. Altro che Capitan Uncino, è proprio un Capitan Uncina!

I medici legali di Tor Vergata avrebbero trovato una ferita di 7 centimetri sul cuore del 21enne ucciso a Colleferro e gli organi interni tutti lesionati. A parlarci della brutalità del branco che avrebbe infierito su Willy Monteiro Duarte era già stato un testimone indiretto della rissa: “Gabriele gli ha dato un calcio al torace e un pugno alla tempia, poi una volta a terra lo hanno colpito tutti”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.