>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Il riscaldamento globale renderà più frequenti le morti tra i giovani | VIDEO

Secondo una ricerca pubblicata su Nature Medicine, un aumento di 1,5 gradi della temperatura globale avrebbe un pesante impatto sulle morti tra i giovani, soprattutto uomini. Noi de Le Iene ci occupiamo da tempo di tutti i danni che il riscaldamento rischia di provocare a noi e al pianeta

L’aumento costante delle temperature causato dal cambiamento climatico rischia di provocare un aumento delle morti dovute a infortuni mortali, in particolare tra i giovani uomini. La conclusione è contenuta in uno studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine, che potete leggere cliccando qui. Gli studiosi hanno preso in esame i dati sulla mortalità e le variazioni di temperatura negli Stati Uniti tra il 1980 e il 2017, e i risultati a cui sono arrivati sembrano in qualche modo curiosi.

L’obiettivo era infatti quello di capire se all’aumento della temperatura causato dal riscaldamento globale corrispondesse un aumento delle morti. E la risposta è stata positiva: se la temperatura del pianeta aumenterà di un grado e mezzo, come previsto dalla Cop21 di Parigi, ci saranno 1.601 morti in più.

I ricercatori però non si fermano qui, ma si spingono perfino a quantificare quali tipi di morte aumenterebbero: scopriamo così che l’84% dei decessi aggiuntivi riguarderebbe solamente uomini tra l’adolescenza e la prima età adulta. Questi potrebbero, sempre secondo i ricercatori, affogare più spesso, avere più incidenti stradali e persino essere più soggetti ad aggressioni e ai suicidi.

Ma quali sarebbero le cause dietro a tutto questo? Sembra esistere una correlazione diretta tra l’aumento delle temperature e maggiore propensione a tenere comportamenti a rischio: bere di più, guidare in modo imprudente, avere più frequentemente scatti d’ira.

"Dobbiamo rispondere a questa minaccia con una migliore preparazione in termini di servizi di emergenza, supporto sociale e avvertenze sanitarie. La comunità della salute pubblica tende a dimenticare che i decessi per infortunio sono in realtà un fattore piuttosto importante nella mortalità generale" ha affermato il prof. Ezzati al Guardian.

Un altro problema dunque, seppure a primo impatto possa apparire curioso, causato dal surriscaldamento globale e dall’azione dissennata dell’uomo contro il pianeta Terra. Un tema, questo, di cui noi de Le Iene ci siamo occupati spesso come potete vedere nel servizio qui sopra della nostra Nadia Toffa.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.