>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Fermata senza mascherina a Salerno: rissa sfiorata e assembramento | VIDEO

Rissa sfiorata sul lungomare di Salerno, dove la polizia municipale ha fermato una donna sprovvista di mascherina in compagnia di un’amica. Lei ha rifiutato di identificarsi e la tensione è sfociata in urla, insulti e minacce. Con decine di persone che si sono assembrate per assistere allo show

Un normale controllo anti coronavirus è diventato un discutibile “show” creando un assembramento con decine di persone sul lungomare di Salerno. E solo per poco si è evitato che tutto degenerasse in una rissa, come potete vedere nel video qui sopra.

Il controllo da parte della polizia municipale è scattato nei confronti di una donna senza mascherina, seduta su una panchina in compagnia di un’amica. Dalle prime ricostruzioni delle testate locali, avrebbe rifiutato di consegnare i documenti per la normale identificazione. In Campania come in altre parti d’Italia, in questi giorni della fase 2 dell’emergenza coronavirus è obbligatorio l’uso della mascherina ed è vietato incontrarsi anche in luogo pubblico proprio per evitare il possibile diffondersi del contagio. 

Ma la donna non ne ha voluto sapere e a una seconda richiesta di esibire i documenti, ha risposto che avrebbe chiamato il figlio rimanendo seduta sulla panchina. A questo punto gli agenti l’avrebbero invitata a seguirla in comando. Uno dei vigili l’avrebbe presa da un braccio per condurla verso l’auto di servizio. "Ma perché dovete farmi il verbale? Se lei mi mette le mani addosso, finisce male”, ha risposto la donna come si sente nei video che da subito hanno iniziato a circolare in Rete. “Non voglio venire al Comando. Cosa ho fatto di male? Il virus non c'è, la mascherina non la indossiamo”.

Tantissime persone sono state richiamate da quelle urla e hanno iniziato ad assembrarsi attorno alla panchina. La situazione rischiava davvero di degenerare, così uno degli agenti ha tentato di far alzare la signora, afferrandole un braccio. Forse per la troppa calca o per gli animi troppo concitati, la donna ha perso l’equilibrio cadendo al suolo. "Assassini, delinquenti, che state facendo?", hanno iniziato a urlare alcuni dei presenti. La tensione è salita alle stelle con urla e insulti. A fatica gli agenti sono riusciti ad attraversare quella folla scortando la donna fino alla loro auto per identificarla e sanzionarla. 

Proprio pochi giorni fa il governatore della Campania ha parlato di chi non porta la mascherina. “Dobbiamo combattere gli imbecilli doppi: l’imbecille normale è quello che non la porta, poi c’è l’imbecille doppio, che è quello che la porta appesa al collo. Quello è scemo due volte, perché si prende il fastidio di portare la mascherina e non si prende neanche la tutela sanitaria”, ha detto Vincenzo De Luca.

anticipazione

Presa a pugni perché suonava il flauto: dietro a questo video si nascondono purtroppo altre migliaia di casi di violenza sulle donne, che sono triplicati nel mondo durante la convivenza forzata da quarantena. Ce ne parla Veronica Ruggeri, che ha sentito anche la ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, martedì 26 maggio a Le Iene dalle 21.10 su Italia1

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.