>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Usa, 23 anni in carcere: aveva rubato delle cesoie da giardino

All’uomo, che adesso ha 63 anni, è stata concessa pochi giorni fa la libertà vigilata. Era stato condannato all’ergastolo perché recidivo, come prevede il sistema giuridico della Lousiana

Un ergastolo per aver rubato delle cesoie per tagliare le siepi. Siamo in Louisiana, Usa, dove ora all’uomo, che ha passato 23 anni in carcere, è stata concessa la libertà vigilata. Come riporta Cbs News, Fair Wayne Bryant era stato condannato all’ergastolo nel 1997 per aver rubato delle cesoie da un garage. Il fatto che Bryant avesse alle spalle già 4 condanne, di cui una per un crimine violento, ovvero un tentativo di rapina a mano armata, ha fatto sì che per lui si attivasse lo stato di “recidivo” previsto dal sistema giuridico della Louisiana.

Il caso aveva attirato poco tempo fa l’attenzione per il disappunto della presidente della Corte Suprema della Louisiana, unico membro di colore della corte, che si era espressa in senso contrario al mantenimento della sentenza. Gli altri cinque membri avevano invece votato a favore. La presidente aveva scritto che la sentenza “era ampiamente sproporzionata al crimine e non serviva uno scopo penale legittimo”.

Ma stavolta, con tre voti a favore e zero contrari, il “Committee on Parole” ha concesso la libertà vigilata a Bryant. L’Associated Press riporta che né la severità della sentenza né le sue implicazioni razziali sono state affrontate dalla commissione. I membri, due bianchi e un afroamericano, si sarebbero concentrati sulla lunga fedina penale di Bryant e sulla sua storia di abuso di droga e alcool.

“Ho avuto un problema di droga”, avrebbe ammesso l’uomo, come riporta l’Associated Press. “Ma ho avuto 24 anni per riconoscere il problema e comunicare con il Signore affinché mi aiutasse”. I membri hanno preso in considerazione l’assenza di problemi disciplinari in prigione e la sua partecipazione ai programmi per persone con problemi di droga prima di concedere la libertà vigilata.

Ultime News

Vedi tutte
Loading