>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

I vigili si dividono droga e soldi sequestrati? Nuove testimonianze dagli spacciatori | VIDEO

Nuove testimonianze di spacciatori che, se confermate, alimenterebbero i sospetti su alcuni agenti della polizia locale di Milano. Luigi Pelazza è tornato a indagare dopo il primo servizio in cui uno scambio di informazioni tra alcuni vigili e un loro informatore ha destato alcuni sospetti

“Mi hanno preso la droga, il telefono e le chiavi. Sono andati via dicendomi di non dire niente. Non hanno dichiarato le panette dicendomi solo di non parlare”. A sostenerlo sarebbe uno spacciatore, che non sa di essere ripreso, e parla liberamente con un nostro informatore. Lo stesso che ha documentato una sua conversazione con alcuni agenti della polizia locale di Milano. Come sembra emergere da alcune riprese, i vigili dell’antidroga sarebbero stati pronti a dividersi droga e soldi dopo un sequestro.

Dopo il primo servizio di Luigi Pelazza (qui il video) sugli agenti che farebbero business attorno alla droga, si è sollevato un polverone. Loro sono stati trasferiti in altri reparti mentre altri ragazzi, presumibilmente spacciatori, hanno raccontato nuovi dettagli che, se fossero confermati, alimenterebbero i sospetti. “Sono venuti da me, si sono presi due panette e non mi hanno lasciato nulla”, sostiene un secondo pusher incontrato dal nostro gancio. Una versione che sembra emergere anche da una terza testimonianza: “Mi hanno portato via 15mila euro e 4 collane. Mi hanno detto che sono un ladro, quando mi hanno trovato la roba”. Anche questi video registrati dalle nostre microcamere sono a disposizione dell’autorità giudiziaria così come quelli sequestrati pochi giorni fa.

In quel caso vi abbiamo mostrato l’incontro tra alcuni vigili del comando di Milano e un loro informatore che ha fatto anche da nostro gancio. “I tuoi 10mila euro li prendi sicuro. Ma dipende da quello che succede, magari riesco a darti anche di più”, dice uno dei tre vigili al loro informatore. Lui gli dice che sarebbe arrivato un carico di droga. Il dialogo prosegue: “Entrate nell’appartamento, fate il c***o che dovete fare, poi quando uscite c’è la possibilità che il tizio vede noi e capisce che può essere pericoloso. Invece che andare verso la macchina lascia (la roba ndr) e scappa”, dice uno degli agenti. Insomma da queste parole l’agente dell’antidroga non sembra proprio interessato ad arrestare il trafficante (che anche lui sarà nostro complice), piuttosto pare sperare che scappi abbandonando la droga. Un dettaglio che sembra confermato anche quando il nostro complice parla di soldi: “Ho solo bisogno di 10/12mila euro”, gli dice. E di tutta risposta viene rassicurato: “I tuoi 10mila euro li prendi sicuro”.

Dopo il primo servizio, Luigi Pelazza torna a parlare con il nostro informatore. Secondo la sua versione, la prima volta in cui lui e alcuni agenti si sarebbero incrociati risalirebbe al 2018. Gli stessi agenti avrebbero perquisito la sua abitazione. “Avevo due o tre grammi di cocaina per una festa. Era uso personale”, sostiene. “Volevano farmi un verbale per spaccio, ma non volevo finire di nuovo in carcere”. A questo punto, sempre in base al suo racconto, uno degli agenti gli avrebbe fatto una proposta. “Ti cambiamo il verbale se tu fai quello ti dico. Da me volevano informazioni”, racconta lo spacciatore che dice di aver accettato. Così lui avrebbe iniziato a passare le informazioni. Tutto questo lo potete vedere nel servizio di Luigi Pelazza in alto.

Ultime News

Vedi tutte
Loading